La Fidelis Andria ricomincia da tre. Ovvero il numero di risultati utili consecutivi, l'ultimo quello maturato al 'Degli Ulivi' contro l'Agropoli ultimo in classifica e condizionato anche da problemi extra-campo. Ma rispetto al recente passato la squadra guidata da Favarin ha decisamente cambiato passo, anche e soprattutto tenendo conto della mole di gioco prodotta. E' stata la gara delle prime volte: ha trovato la prima rete casalinga Yeboah, quella prima in assoluto in azzuro invece Gulic. Lo sloveno non segnava dal 29 settembre scorso, ai tempi della sua militanza col Nova Gorica. 

Ma l'attuale momento positivo della Fidelis Andria è merito soprattutto di una ritrovata solidità difensiva: tre gare consecutive con porta inviolata. L'ultima volta in tal senso risale alla passata stagione. Tra il 6 ed il 27 gennaio i federiciani mantennero la porta inviolata contro Gelbison, Nardò, Francavilla ed Ercolanese, per un bilancio di tre vittorie ed un pareggio. Corsi e ricorsi storici che lasciano ben sperare. Così il Grumentum, prossimo avversario di calendario, fa meno paura. 

Sezione: ANDRIA / Data: Gio 20 Febbraio 2020 alle 15:30
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print