Monopoli, Laricchia: "Scienza? Accordo non ancora raggiunto. Restiamo ambiziosi"

 di Domenico Brandonisio  articolo letto 868 volte
Monopoli, Laricchia: "Scienza? Accordo non ancora raggiunto. Restiamo ambiziosi"

Nel corso di 'Passione Biancoverde', trasmissione dedicata alle vicende del Monopoli, l'amministratore delegato Alessandro Laricchia ha fatto il punto generale della situazione per il gabbiano. Si parte dalla delusione per l'epilogo dello scontro playoff contro la Virtus Francavilla. Un'eliminazione che fa male: "Il Francavilla - dice - rispetto a noi ha delle individualità in meno ma ha avuto un atteggiamento più propositivo. Avessimo mantenuto gli standard mostranti in campionato avremmo potuto passare il turno. C'è stato uno dei pochi errori della stagione nel gestire gli attimi finali della partita, le ripartenze andavano gestite meglio. La squadra forse era anche un po' stanca. E più in generale temo si sia parlato troppo dei playoff, indicando i nostri avversari quasi come vittime sacrificali". 

Guai però a mollare le ambizioni: "E' stato solo un incidente di percorso. Si è capito molto sul come procedere per migliorare la nostra squadra, che comunque conserva dei valori importanti. Siamo stati anche primi per diverse giornate ad inizio torneo. I valori si sono mantenuti stabili nel corso del campionato. Non dimentichiamo tutto questo. Gli applausi del pubblico? Tutta la gente ha tributato i nostri giocatori, la maturità dei nostri tifosi si è vista in maniera evidente". 

Focus sulla situazione del tecnico Scienza. Il rinnovo ancora non c'è ma non è detta l'ultima parola: "Ci siamo incontrati lunedi, non abbiamo ancora trovato il punto di equilibrio. Ci ha fatto le sue richieste e noi abbiamo comunque dei parametri da rispettare nonostante gli sforzi nei suoi confronti. Sappiamo che è attenzionato da diverse squadre, ma l'amore che ha avuto a Monopoli sarà difficile ritrovarlo altrove. Non ho mai visto un attaccamento simile in questi ultimi tre anni. Aspettiamo qualche altro giorno ancora, poi prenderemo le dovute decisioni del caso".