Bari, numeri negativi al "San Nicola": solo tre volte così male nel nuovo millennio

Corriere dello Sport
19.09.2019 09:00 di Antonio Bellacicco   Vedi letture
Bari, numeri negativi al "San Nicola": solo tre volte così male nel nuovo millennio

Da alleato a punto debole, da roccaforte a madre delle problematiche di questo inizio di campionato. Lo Stadio "San Nicola" sembra aver fatto il suo ingresso all'interno di un periodo che va in netta controtendenza rispetto a quello che aveva caratterizzato l'ultima stagione. E così, nello spazio di un paio di appuntamenti interne, la rotta si è già completamente invertita: da un Bari, quello della scorsa annata, per il quale gli impegni casalinghi erano divenuti quasi una pura formalità (emblematiche, in tal senso, le 14 affermazioni racimolate nelle 17 partite disputate tra le mura amiche), si è passati a un altro che, quando si ritrova al cospetto del proprio pubblico, pare avere molte più difficoltà. 

Se la vittoria contro il Rotonda dello scorso 28 aprile aveva funto da occasione ideale per festeggiare la promozione in Serie C -conquistata qualche giorno prima a Troina- e per celebrare la chiusura di un campionato senza sconfitte all'attivo in riva all'Adriatico (con una striscia complessiva, comprendente anche la parte finale della stagione 2017-2018, di 26 apparizioni senza k.o.), il passo falso contro la Viterbese dello scorso 1 settembre rischia di aver aperto un ciclo per certi versi opposto. Al sorprendente capitombolo rimediato al cospetto della squadra laziale ha fatto seguito il sofferto 1-1 contro la Reggina della serata di lunedì.

Un risultato, questo, da non buttare nell'economia di quanto visto sul terreno di gioco nei 90 minuti; un pareggio che, però, ha reso reale un dato che non può che far riflettere: nel corso del nuovo millennio, solo in altre tre circostanze la compagine biancorossa aveva approcciato a una nuova annata con un solo punticino raccolto nelle prime due comparse casalinghe. Nella prima, nel 2000-2001 in Serie A, il pari era arrivato all'esordio contro il Verona, la sconfitta alla terza con l'Atalanta; nelle altre due, nel 2004-2005 e nel 2011-2012 in Serie B, i segni X erano maturati rispettivamente contro Perugia e Varese, i k.o. contro Torino e Albinoleffe. In tutti i casi analizzati anche la terza apparizione aveva seguito le orme delle prime due. Ai ragazzi di Cornacchini il compito di uscire immediatamente da questa spirale negativa, a partire dal match infrasettimanale contro il Monopoli del prossimo 25 settembre.