Bari, parla il trio Scala-Cornacchini-DeLa: "Investiremo molto in C. Riconferme aldilà dei risultati. Col Picerno noi danneggiati"

16.05.2019 12:04 di Domenico Brandonisio   Vedi letture
Bari, parla il trio Scala-Cornacchini-DeLa: "Investiremo molto in C. Riconferme aldilà dei risultati. Col Picerno noi danneggiati"

Tanta carne a fuoco, e non poteva essere altrimenti, nel corso della conferenza stampa del Bari con in testa il presidente De Laurentiis, il club manager Scala e l'allenatore Cornacchini. Attraverso la nostra diretta testuale è possibile fornirvi le dichiarazioni principali dei protagonisti. 

12:58 - CONFERENZA TERMINATA

12:57 - Sulle maglie celebrative: "Dopo  Al 1° Colpo speriamo arrivi anche...'Alla Prima Botta". Sorrisi dei presenti

12:55 - De Laurentiis sulla Serie C e sull'esperienza maturata col Napoli: "Senza un'esperienza di 15 anni già vissuti nel mondo del calcio tentare quello che è stato fatto sarebbe impossibile per tutti. Questo bagaglio di conoscenza verrà applicato anche in terza serie nazionale. Le difficoltà non sono indifferenti. Per il prossimo anno bisognerà dare il doppio dell'impegno sciorinato sin ora". 

12: 52 - De Laurentiis ancora a difesa di Cornacchini: "In pochi probabilmente conoscono Cornacchini anche sul lato umano. Vale anche il comportamento dentro lo spogliatoio, la gestione del gruppo. Lui non lascia mai nessuno indietro. La riconferma tiene conto anche di questi aspetti, non solo di quelli sportivi". 

12:48 - De Laurentiis: "L'arrivo di nuove squadre in C, anche blasonate, è una occasione di maggior stimolo per tutti. C'è l'occasione di poter essere guardati davvero da tantissimi italiani. Di sicuro la C si rafforza come categoria, per me questo è importante. Perché ogni categoria ha responsabilità sportive importanti e rappresenta il territorio. Per me, lo ripeto, è una sfida ulteriore. E le critiche mi stimolano a fare sempre meglio. Lo stesso discorso vale anche per Cornacchini". Cornacchini: "Caratterialmente non mi deprimo facilmente, c'è la possibilità di poter reagire nella maniera giusta. Resto sul pezzo e non mollo mai. Chi non ha grandi attributi invece si lascia andare. E poi la società è forte e ci garantisce massima tranquillità. In passato, per me, così non è stato. In tutte le squadre ci sono problematiche difficili". 

12: 45 - Scala: "Il cambio delle regole ci agevola. Questo svincolo sugli under che è appena arrivato ci consente di essere più tranquilli sulle valutazioni. Ma a noi serve che venga qui gente pronta a considerare il Bari come il Real Madrid. Sarà possibile con una società importante e pronta a lavorare bene. Abbiamo scelto un gruppo di giocatori che a livello umano e non solo ha risposto presente. Presteremo attenzione ad ogni aspetto". Cornacchini: "Partendo prima con la preparazione del campionato sarà possibile programmare meglio anche il bel gioco". 

12:39: De Laurentiis su Brienza: "Stiamo valutando sulla sua permanenza, vedremo quale sarà il futuro". Cornacchini: "Allenare il Bari in C? E' un'occasione importante, stimolante. Ma andare sempre dietro al pensiero della gente è spesso sinonimo di una società forte. Spero di migliorare ancora quanto fatto quest'anno. La cosa più difficile da fare è vincere, poi viene il bel gioco. Si cercherà naturalmente di giocare ancora meglio". 

12:38: De Laurentiis: "Tifosi del Bari? Sono un milione quelli esistenti. Tale studio lo abbiamo sviluppato attraverso uno studio Nielsen Sports. Squadra femminile assieme a quella maschile in un evento contemporaneo? Il calcio femminile in Italia deve ancora crescere, ma non è una cattiva idea. Sarebbe interessante svilupparla". 

12:35 - Sulla questione stadio: "Per ora c'è una delibera da parte del Comune, siamo in attesa. Sicuramente ci saranno dei lavori da fare. In ritiro si prospetta il Trentino come località". 

12:32 - Torna a parlare Scala: "Ritiro? Non ci sono ancora date precise, probabilmente si partirà intorno al 10 luglio. Mercato? Sarà in evoluzione, come sapete molto meglio di me. Abbiamo l'opprtunità di esaminare tutto e tutti, caso per caso. Le partite non sono ancora finite, è ancora tempo di valutazioni. Poi cercheremo di migliorare il più possibile la squadra". 

12:28 - Spazio alle giovanili: "Vanno costruite al più presto, va creato un loro percorso anche in ottica futura. Per affermarsi qui o anche altrove. Voglio spingere in questo caso verso valori più importanti, fondamentali per il futuro di questo sport. Ippedico, che è stato l'esperto in questo settore già col Siena, sarà in prima fila per seguire questo progetto. Poi seguiremo via via tutte le varie categorie. Il passo è indispensabile per creare un club attivo a trecentosessanta grandi. Valuteremo inoltre quali altre risorse umane sarà possibile inserire". 

12:27 - Ancora De Laurentiis: "Per comprendere la piazza, ho letto spesso quest'anno i vari commenti per comprendere la tifoseria ed il suo animo. Ma ad un certo punto questo tipo di lettura va spento. La conduzione aziendale e quella tecnico-sportiva ci aiuta poi a capire se la domenica siamo stati bravi ed eventualmente capire cosa va corretto. La nostra vera mission è un costante miglioramento dell'aspetto tecnico della nostra squadra. Non ascolteremo tutte le varie voci di corridoio. Anch'io ho appreso dei commenti online sulla riconferma di Cornacchini. Vedo anche come molto spesso si rimarchino differenze con Napoli, soprattutto quando si parla delle loro contestazioni. Il mister, ovviamente, nel prossimo campionato dovrà dimostrare di avere attributi quadrati". 

12:21 - De Laurentiis sul mercato:  "Tre milioni da spendere? Non parlo di cifre, ma vogliamo investire molto. Ma investire molto non comporta in automatico una promozione. La C è imprevedibile, è una serie molto complessa. Insieme a Scala ed al mister cominceremo a breve ad affrontare il calciomercato. Puntiamo ad essere protagonisti". 

12:18 - De Laurentiis sul rapporto costi-benefici: "Il Bari è stato supportato da tanti tifosi che ci hanno sempre seguito con affetto. Ripartire dal basso non è stato assolutamente facile. Il bilancio è ultras-positivo, gli sponsor locali sono stati tanti e con seguito. Pur ripartendo dalla D, i brand sono stati importanti. Il Bari è seguito in tutta Italia, rappresenta una grande piazza. Abbiamo avuto presenze e visibilità da altre categorie. Nel futuro mi aspetto solo di crescere. E quindi mi aspetto anche più partecipazione, l'anno prossimo si va tra i professionisti ed avremo gli occhi puntati ancor di più su di noi. Siamo peraltro attesi da grandi piazze, come Catania e Palermo. La C dell'anno prossimo sarà quasi una C più". 

12:16 - De Laurentiis: "Ci siamo lamentati con Sibilia, a proposito degli errori arbitrali. Strano che i media non hanno sottolineato abbastanza questo aspetto. Si, siamo stati penalizzati. Ci vuole comunque rispetto verso tutte le categorie, aiutando tutti a lavorare meglio. Brucia per come è andata a finire domenica, l'errore contro i lucani ci è sembrato abbastanza palese". 

12:15 - Scala: "E' stata una stagione molto difficile. Il Bari non è stato trattato come avrebbe meritato, dato e considerato soprattutto il suo blasone. Ma non abbiamo mai voluto alibi. Abbiamo lavorato bene,consapevoli di averne passate tante. In un campionato di trentaquattro partite si può essere superiori anche rispetto agli eventuali torti arbitrali. Certo, la gara col Picerno è stata condizionata da errori abbastanza evidenti". 

12:12 - Parla ora Scala: "La riconferma e la promozione sono motivo di grande orgoglio. Non era scontato dopo un anno". Stesso discorso anche per Cornacchini: "Contento di ripartire ancora coi biancorossi, il lavoro dei miei collaboratori è stato ottimo. C'è stata grande voglia di ottenere risultati importanti, anche nei momenti difficili il supporto non è mai mancato. Credo che anche in C si possa fare qualcosa di importante". 

12:09- Si inizia. Parla De Laurentiis: "Sono contento di ripartire da Scala e Cornacchini. La riconferma viene dopo la vittoria di un impegnativo campionato di Serie D. Ci siamo trovati davanti a difficoltà importanti. Non sapevamo quando avremmo giocato, siamo partiti in netto ritardo rispetto a tutti gli altri. Sono state accumulate una serie di vittorie e di risultati scontati. Ciò non era affatto scontato. Le strategie nel corso dell'anno sono tante, le psicologie molto importanti. Così dunque è maturata la scelta". 

12:05 - Gentili lettori di tuttocalciopuglia.com, siamo in diretta dalla sala stampa dello stadio 'San Nicola'. A breve il presidente De Laurentiis, il club manager Scala e mister Cornacchini faranno il punto della situazione in casa SSC Bari. Con uno sguardo attento rivolto al futuro. Si attendono i diretti interessati,