Bari, Vivarini: "Dobbiamo continuare a lavorare"

10.11.2019 20:30 di Cristina Scarasciullo Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bari, Vivarini: "Dobbiamo continuare a lavorare"

Mister Vincenzo Vivarini è visibilmente soddisfatto dopo l'affermazione dei suoi nel derby col Bisceglie ma invita tutti a mantenere i piedi per terra e continuare a lavorare per continuare ad inseguire la Reggina capolista con otto lunghezze di vantaggio. «Al di là dell'avversario devo guardare in casa mia: abbiamo fatto un percorso da quando sono arrivato, l'altro modulo ci ha portato una certa solidità difensiva ma ti abbassa un po' e secondo me noi dobbiamo essere più bravi a palleggiare e nel possesso. Abbiamo lavorato bene in settimana, poteva sembrare una partita semplice ma nascondeva le sue insidie, sono contento di come la squadra ha risposto. Il Bisceglie? È chiaro che il divario tecnico tra le due squadre è stato evidente, ma in altre partite, giocando con squadre inferiori a noi a livello tecnico, non siamo riusciti a vincere. Oggi siamo riusciti a mettere in campo l'intelligenza tecnica che ci deve contraddistinguere se vogliamo perseguire un obiettivo importante. Adesso dobbiamo dare continuità a questi risultati e continuare a lavorare. La Vibonese ha ben definito il modo di stare in campo, cosa che noi non abbiamo ancora fatto benissimo. Abbiamo provato qualcosa di diverso in settimana ma lo dobbiamo affinare. Ho lavorato molto sull'aspetto psicologico, dobbiamo apprezzare anche queste vittorie. Dobbiamo affinare certi meccanismi perché chiaramente non abbiamo ben in mente ciò che c'è da fare in alcune fasi di gioco: nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo abbiamo concesso un po' di campo e loro sono stati bravi ad allungarci. Lavoreremo su questo perché non deve capitare, specie in partite pi delicate. La prima cosa da fare è sistemare la nostra squadra e avere la solidità che ti porta a avere certezze. La classifica? La Reggina ha guadagnato punti in tre partite, ma qui alla fine ci sono tante partite e come noi abbiamo avuto qualche difficoltà potrebbero averle anche loro. Io spero che nel girone di ritorno saremo una squadra più competitiva e ce la dobbiamo giocare con tutti, mi aspetto dei miglioramenti col passare del tempo».