È questione di poche ore e il Bari farà ritorno al San Nicola, dopo più di un mese di assenza dall’ultima volta. Era l’8 dicembre quando i biancorossi battevano il Potenza per 2-1, poi soltanto gare in trasferta e lo sciopero del 22 dicembre che ha rinviato la sfida con la Sicula Leonzio. Il Rieti sarà l’avversario di domenica, ma sarà soltanto lo start di una settimana di fuoco che si concluderà con l’attesissimo scontro diretto con la Reggina al Granillo, di domenica 26 gennaio. Nel mezzo il match da recuperare con i siciliani mercoledì sera. Tre sfide in sette giorni e forze da distribuire per mister Vivarini, che spera magari di poter contare su qualche rinforzo dal mercato

. Come già detto sarà out Hamlili dopo l’infortunio di Viterbo, al suo posto ci sarà Awua ma nella rotazione di queste tre partite potrebbero anche essere rispolverati Folorunsho e Scavone, non al top della condizione. Sulla corsia di sinistra con tutta probabilità tornerà la spinta di Pippo costa per dar vitalità a una manovra apparsa lenta, macchinosa e prevedibile. Stesso discorso a destra con l staffetta Berra-Corsinelli che potrebbe verificarsi in una di queste tre sfide. In avanti ci sarà sicuramente posto per Eugenio D’Ursi: l’attaccante ex Catanzaro, reduce dalla rete di Viterbo, è definitivamente recuperato e verrà gettato nella mischia già da domenica. Diverse opzioni e due occasioni in pochi giorni davanti al proprio pubblico per arrivare alla sfida di Reggio con il vento in poppa e nulla da perdere.

Sezione: BARI / Data: Sab 18 Gennaio 2020 alle 10:30 / Fonte: SSC Bari
Autore: Davide Abrescia
Vedi letture
Print