Bisceglie, calendario di fuoco nel prossimo mese: tante le big da affrontare

Antenna Sud
10.10.2019 14:15 di Antonio Bellacicco   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Bisceglie, calendario di fuoco nel prossimo mese: tante le big da affrontare

Luci e ombre nell'esordio di mister Sandro Pochesci sulla panchina del Bisceglie. Il pareggio maturato nello scorso weekend nella sfida salvezza con il Picerno ha lasciato in eredità sensazioni agrodolci. A un primo tempo contraddistinto da un atteggiamento positivo, figlio di una mentalità che accompagna da sempre le squadre del tecnico romano, ha fatto seguito infatti una ripresa ben più timorosa nella quale la compagine stellata ha più volte rischiato di capitolare al cospetto di un avversario divenuto nel frattempo più pimpante. 

Innumerevoli i margini di miglioramento di un gruppo, che, con il trascorrere delle settimane, avrà modo e tempo di far proprie le idee di gioco del nuovo allenatore. A rendere la strada più in salita, però, ci pensa il calendario, che nel prossimo mese metterà gli stellati di fronte a molte delle principali indiziate a lottare per le posizioni di vertice. Sei le sfide in programma di qui fino al 10 novembre: si parte dalla sfida in trasferta contro la Viterbese, avversaria temibile che, però, nelle ultime settimane ha rallentato di non poco la sua corsa; si prosegue con il duplice quasi proibitivo impegno contro la capolista Ternana al 'Ventura' e contro il Catania al 'Massimino'; si conclude con un altro trittico niente male che vedrà Piccinni e compagni esibirsi al cospetto di Virtus Francavilla e Bari, in due derby infuocati da disputare tra le mura amiche, e in mezzo a essi affrontare il solo apparentemente semplice esame Teramo sul campo di una squadra allestita per tentare il salto di categoria ma ritrovatasi in queste prime battute stagionali a dover fare i conti con una classifica deficitaria. 

Appuntamenti ravvicinati, programma fittissimo, obiettivo piuttosto chiaro: collezionare quanti più punti possibili adesso per arrivare al ben più abbordabile finale di girone d'andata senza fiatone.