Bisceglie, la MMM convince: difesa impenetrabile contro il Trapani

11.02.2019 10:30 di Dennis Magrì  articolo letto 532 volte
Maestrelli e Maccarrone
Maestrelli e Maccarrone

Tripla M e il Bisceglie va. Il pareggio contro il Trapani assume quasi i contorni di una vittoria per i nerazzurri di Rodolfo Vanoli, che contro i siciliani hanno sofferto le iniziative di Taugordeau e compagni, senza mai abbassare il livello della concentrazione. Ed ecco che lo 0-0 finale è frutto di un grande lavoro di squadra, che nel mercato di riparazione si è decisamente rinforzata.

L'addio di Crispino tra i pali è stato compensato dall'arrivo di un altro giovane portiere interessante come Cerofolini, che bene ha fatto fin qui. A centrocampo Risolo e Giacomarro fanno da leader ad un reparto che pian piano ha visto inserimenti del calibro di Bangu e Parlati, mentre sulle corsie esterne sono arrivati due motorini instancabili come Triarico e Giron. In attacco riecco Jovanovic, anche se la punta croata in tre partite non ha ancora risolto il problema dei gol delle punte.

Ma torniamo alla tripla M. La difesa che ieri ha alzato un vero e proprio muro contro Nzola e compagni vedeva Maccarrone, Markic e Maestrelli, tre calciatori presenti in rosa già dall'inizio del campionato. Il primo ha giocato poco a causa di qualche infortunio, ma adesso ha conquistato Vanoli e pare già inamovibile; il secondo ha rinnovato pochi giorni fa il suo contratto e non lo scopriamo certo oggi ed il terzo si sta ritagliando uno spazio importante, facendo da calamita a club che già hanno mostrato interesse nei suoi confronti. Bisceglie per la salvezza riparte dalla sfida di ieri, Bisceglie per la salvezza riparte dalla MMM.