Bisceglie, Pochesci: "Guadagnare un punto è meglio di niente"

06.10.2019 20:17 di Cristina Scarasciullo Twitter:    Vedi letture
Bisceglie, Pochesci: "Guadagnare un punto è meglio di niente"

Buona la prima per Sandro Pochesci sulla panchina del Bisceglie. I nerazzurri scendono in campo con un altro carattere, fanno la partita almeno per 45 minuti. Poi si perdono e il Picerno cresce, trovando il pareggio. Positivo il bilancio del nuovo tecnico nerazzurro: «Quando c'è un cambio di allenatore, dentro i ragazzi si accumulano una serie di difficoltà. Non credo sia una questione fisica, ma mentale, perché se una squadra parte bene e poi ti viene la paura e subisci, ti abbassi. Negli ultimi minuti non siamo riusciti a riorganizzarci. Si vede che la vittoria manca, i ragazzi sono preoccupati. Sono soddisfatto della prestazione del primo tempo. Il nostro portiere ha fatto un grande intervento. Mi piace che i tifosi stanno vicino alla squadra, vuol dire che capiscono il momento. Siamo con le regole della serie D in Lega Pro, giochiamo con tre under. C'è qualche rammarico, siamo stati bravi ad andare in vantaggio. Nel calcio ci vuole pazienza, io voglio una squadra propositiva e almeno nel primo tempo si è vista. Del secondo prendiamoci questo punto che è meglio di niente. Non siamo stati una squadra in balia, dobbiamo essere bravi a palleggiare anche quando siamo in difficoltà. Se l'abbiamo fatto nel primo tempo, lo dobbiamo fare nel secondo. Sono molto fiducioso, perché queste cose i ragazzi ce l'hanno, dobbiamo portare queste qualità ad almeno 60, 70 minuti di gioco. Il cambio di Montero? Ho sacrificato un ragazzo che ho fatto entrare perché mi serviva il quarto di centrocampo, ho scelto di sacrificare un giocatore più fisico. Mi piace giocare con i giovani, so gestire i giovani e le teste, sono contento e mi fa piacere lavorare con loro. Molto sorpreso dai tifosi, hanno dimostrato grande maturità e grande senso di appartenenza. Complimenti ai tifosi, la partita oggi l'hanno vinta loro».