Bisceglie-Reggina: i nerazzurri lasciano i tre punti ma la salvezza è cosa fatta

 di Cristina Scarasciullo Twitter:   articolo letto 244 volte
Bisceglie-Reggina: i nerazzurri lasciano i tre punti ma la salvezza è cosa fatta

Nonstante l'1-2 rimediato tra le mura amiche del "Ventura" a vantaggio della Reggina, il Bisceglie ha centrato l'obiettivo della salvezza. Con la sconfitta del Fondi sul campo del Lecce, i nerazzurri si sono matematicamente conquistati un altro anno di permanenza in serie C.

Nel primo tempo, parte bene il Bisceglie che prova a pressare alto fin da subito ma è la Reggina a passare in vantaggio: al 20° Sciamanna è lestissimo a ribadire in rete una palla allontanata dal portiere nerazzurro proprio sui piedi del giocatore amaranto. Un minuto più tardi è Risolo a rimettere momentaneamente in pari il risultato grazie ad un preciso sinistro dalla distanza. Al 38° però gli ospiti raddoppiano con Pasqualoni, che colpisce di testa sugli sviluppi di un corner.

Il Bisceglie prova a cambiare marcia soprattutto nella ripresa, quando prova in tutti i modi a riagguantare un pareggio che sarebbe preziosissimo più per il morale che per la classifica. Fino al triplice fischio pressa e prova ad alzare il proprio baricentro. Gli ospiti però reggono il colpo e si portano a casa tre punti molto pesanti per la classifica, che allontanano ancora di più la zona calda della classifica. 

Prossimo avversario dei nerazzurri il Siracusa.

Il tabellino

BISCEGLIE-REGGINA 1-2

Bisceglie (3-5-2): Vassallo 5, Russo 6 (dal 64° Ayina 6), Petta 5, D'Ursi 6, Jovanovic 5(dall'80° Prezioso s.v.), Toskic 6(dal 24° Vrdoljak 5), Giron 6, Montinaro 6(dall'80° Migliavacca s.v.), Risolo 6, Markic 5, Dentello Azzi 5. Allenatore: Gianfranco Mancini 5. A disposizione: Crispino, Colella, Diallo, Jurkic, D'Ancora, Spedaliere, Messina.
Reggina (3-5-2): Cucchietti, Pasqualoni, Ferrani, Laezza, Armeno (dal 72° Gatti), Marino, Giuffrida (dal 64° Provenzano), Sparacello, Sciamanna (dal 58° Tulissi), La Camera, Hadziosmanovic. Allenatore: Agenore Maurizi. A disposizione: Licastro, Fortunato, Auriletto, Bezziccheri, Franchi, Amato, Condemi, Samb.
Terna arbitrale: Daniele De Remigis di Teramo (Giuseppe Macaddino di Pesaro e Francesca Di Monte di Chieti).
Reti: 20° Sciamanna, 22° Risolo, 38° Pasqualoni.
Ammoniti: La Camera, Sciamanna, Vrdoljak, Markic. Calci d'angolo: 8-4.