Bitonto, Patierno: "Futuro? Ho diverse chiamate da B e C. Taranto? Mi piacerebbe..."

22.05.2019 14:45 di Christian Cesario Twitter:    Vedi letture
Bitonto, Patierno: "Futuro? Ho diverse chiamate da B e C. Taranto? Mi piacerebbe..."

Il bomber del girone H della Serie D, Cosimo Patierno, è stato intervistato dai colleghi di tuttoseried.com ed ha parlato della sua esaltante stagione con la maglia del Bitonto, dell'ex tecnico dei neroverdi Pizzulli ma, soprattutto, del suo futuro.

"A livello personale, posso essere solo orgoglioso di quello che ho fatto. Grazie ai miei compagni e all'allenatore che mi ha messo a disposizione qualsiasi cosa. Ho battuto qualsiasi record col Bitonto e da bitontino. La semifinale? Non meritavamo, poi se guardo la finale e vedo che il Taranto ha preso 5 gol, penso che il nostro secondo tempo non è assolutamente bugiardo e con un po' di fortuna avremmo fatto un po' di gol in più".

Il capocannoniere si è soffermato anche sul tecnico Pizzulli che proseguirà altrove la sua carriera: "Questi miei gol li devo a lui, come ho già dimostrato a lui contro il Sorrento, la mia maglia del centesimo gol l'ho regalata a lui. Mi sono sentito di fare così perchè da luglio ha sempre creduto in me e mi ha messo tutto a disposizione. Qualsiasi cosa girava intorno a me, perchè la fortuna di un giocatore è l'allenatore però se la società ha deciso di fare questo passaggio, può solo dispiacermi ma purtroppo come nella vita si va avanti".

Interrogato sul futuro, il centravanti risponde così: "Io a Bitonto ho trovato la mia giusta dimensione. Non ti nascondo che ci sono tante chiamate, ma prima devo parlare col Bitonto. Ho un grandissimo rapporto con il presidente, prima di sedermi con qualsiasi squadra aspetto lui, che per la prossima stagione vuole fare le cose in grande. Adesso ho 28 anni, mi sento in dovere di affrontare un campionato di D da vertice o altrimenti anche in C o in B, come si sta vociferando, per me sarebbe un gran sogno. E come ho già detto anche in passato, mi piacerebbe giocare con la maglia del Taranto".