INTERVISTA - Bitonto, pres. Rossiello: "Affronteremo il Taranto con spensieratezza: non abbiamo nulla da perdere"

28.01.2019 14:45 di Christian Cesario Twitter:   articolo letto 677 volte
INTERVISTA - Bitonto, pres. Rossiello: "Affronteremo il Taranto con spensieratezza: non abbiamo nulla da perdere"

E’ sicuramente la mina vagante del torneo: l’USD Bitonto, club nato dall’acquisizione del titolo dell’A.S.D. Omnia Bitonto, promossa in Serie D, sta dando del filo da torcere alle varie compagini del girone H. Ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA.com, il presidente Francesco Rossiello ha parlato della realtà bitontina, analizzando anche l’imminente derby di mercoledì prossimo contro il Taranto.

Presidente, il suo Bitonto è sicuramente una delle sorprese di questo campionato: qual è il segreto della vostra società?

“La spensieratezza: non abbiamo nulla da perdere. Ci siamo promessi di fare un buon campionato e credo che tutto stia andando per il verso giusto. Con spensieratezza, ci prepariamo ad affrontare i prossimi impegni, a partire dalla sfida interna col Taranto che, mercoledì, avrà tutto da perdere. Anche col Cerignola abbiamo giocato una grande partita: abbiamo tutto da guadagnare in questi scontri diretti. Sono delle sfide che hanno un grande fascino. Noi siamo una società piccolina rispetto al Taranto ed abbiamo tutto l’interesse a ben figurare: ben vengano queste partite”.

Nella stagione corrente, quella del ritorno in Serie D, avete già fermato squadre affermate come Taranto, Altamura, Cerignola ed Andria: quali sono gli obiettivi stagionali prefissati?

“Io sono sicuro che con questa squadra, se avessimo avuto un poco più di fortuna e se fossimo stati più concreti, potevamo essere a giocarci il primo posto con Taranto, Picerno e Cerignola: è un club che annovera giocatori importanti e di categorie superiori, un mister che vuole arrivare quanto più in alto possibile. E’ un campionato molto livellato, abbiamo il rammarico di aver perso qualche punto per strada ma non dobbiamo rimproverarci nulla: stiamo facendo il nostro dovere, tutto ciò che viene di buono è frutto del lavoro. Non abbiamo nessuna forzatura nell’arrivare primi o secondi: ce la giochiamo a viso aperto con tutti ed a maggio tireremo le somme”.

Sulle ali dell’entusiasmo, mercoledì, al “Città degli Ulivi”, giungerà il Taranto per il recupero della sfida della 18^ giornata di campionato: che tipo di partita si aspetta?

“Mi aspetto sicuramente un match combattuto da ambo i lati: il Taranto vorrà fare sua la partita perché si gioca davvero tanto ma noi non vogliamo farci trovare impreparati. I ragazzi hanno tanta voglia di fare il risultato pieno e portare a casa l’intera posta in palio: sarà sicuramente una bella partita che potrebbe essere decisa da qualche episodio”.  

Un suo primo bilancio sul campionato degli uomini di mister Pizzulli: si aspettava di ritrovarsi, alla 21^ giornata di campionato, in settima posizione a due punti dalla zona playoff?

“La mia squadra è composta da un organico importante e con la giusta esperienza, dove c’è gente affamata e che vuole continuare ad affermarsi anche nei campionati dilettantistici. E’ una società che vuole fare qualcosa di importante e stiamo lavorando in questa direzione”.

La sfida di mercoledì potrebbe dare un segnale preciso al campionato: un’eventuale vittoria del Taranto consentirebbe, ai rossoblù, di balzare in testa alla classifica del girone. Secondo lei, chi la spunterà nella lotta alla promozione diretta?

“Credo che gli ionici, insieme al Picerno ed al Cerignola, si giocheranno il primo posto fino all’ultima partita. Adesso è veramente prematuro dare dei giudizi, ci sono ancora tredici partite da giocare con ben 39 punti a disposizione: non sarà semplice fare punti nemmeno con le ultime della classe, sarà una lotta combattuta fino alla fine. Noi, dal nostro canto, speriamo di inserirci in questa bagarre, magari. Il Taranto è una grande squadra: deve avere soltanto la consapevolezza di poter arrivare fino in fondo”.