In una lunga intervista concessa all'edizione pugliese del Corriere dello Sport, il presidente del Casarano Giampiero Maci ha parlato della sua squadra e della decisione della LND di sospendere i campionati per l'emergenza legata al Coronavirus.

"I ragazzi sono stati sempre monitorati sia dallo staff tecnico che medico. Si stanno rigorosamente attenendo alle regola, ma non avevo dubbi, perché sono responsabili e coscienziosi. Ho avuto modo di sentire capitan D’Aiello, così come il direttore sportivo Pitino e mister Bitetto, per capire come affrontare al meglio questi giorni particolari. Casarano-Foggia è stata la miglior partita interpretata dalla mia squadra in questa stagione, perché arrivavamo da un momento difficile. Non è stato facile avere ragione di una grande squadra, che meriterebbe di giocare in altre categorie".

Sulla ripresa del campionato, il presidente dei rossazzurri si esprime così: "Ci affideremo alle decisioni della Lega. Alla fine di questa quarantena rimarrà il grosso danno subito dalla società dilettantistiche, che fanno leva sulla passione degli imprenditori, pronti a investire guidati dalla passione. E a loro va data una mano. Sarebbe bellissimo se si potesse tornare a giocare, ma in tempo stretti, perché diversamente significherebbe inficiare il campionato successivo. Qualunque sia la decisione che prenderanno le istituzioni dovrà riguardare tutte le categorie, professionistiche o dilettanti. Non bisogna concentrarsi solo dove ci sono i massimi interessi. Il presidente Sibilia ed il coordinatore Barbiero sono stati perfetti e tempestivi nel sospendere i campionati: la LND è stata la prima a fermare tutto e questo la dice lunga".

Sezione: CASARANO / Data: Mer 25 Marzo 2020 alle 15:15
Autore: Christian Cesario / Twitter: @otherside1993
Vedi letture
Print