Vincenzo Feola, tecnico dell'Audace Cerignola, si racconta tra le pagine della Gazzetta dello Sport e, nonostante il prezioso successo conquistato domenica sul campo della capolista, non vuole sentir parlare di classifica o di possibili rimonte: "Ci credo, ma non sono amante delle tabelle e delle previsioni. Mi piace vivere alla giornata, domenica dopo domenica pensiamo a raccogliere quanti più punti possibili e poi vediamo. Non dimentichiamoci da dove siamo partiti e dove ci troviamo ora. Sorrento? Altra gara difficilissima che vogliamo vincere per portarci in terza posizione, scavalcando i campani. Quella campana è una delle squadre meglio organizzate del torneo, quindi ho raccomandato massima attenzione ai miei giocatori". 

La sconfitta maturata nel derby contro il Foggia poco più di due settimane fa rappresenta ancora un boccone troppo amaro da digerire: "E' stata una brutta partita, contro una squadra che non ci ha fatto giocare a calcio come siamo abituati noi. Disputata tra l'altro in un ambiente ostico dove pure l'arbitro si è fatto condizionare. Ma non amo piangermi addosso, vado avanti come sempre con i fatti, basti pensare alla bella reazione che i ragazzi hanno avuto domenica in casa della capolista Bitonto, dove non era facile fare punti e dove infatti in pochi ci sono riusciti".

Sezione: CERIGNOLA / Data: Gio 20 Febbraio 2020 alle 14:00
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print