Una Coppa già inseguita in passato da entrambe le compagini e che, inevitabilmente, sarà ad appannaggio di una delle due al termine del doppio confronto: Corato da un lato e Vieste dall’altro si contendono lo scettro regionale, oltre che l’accesso alla fase nazionale, percorso alternativo per tentare la scalata alla Serie D.

L’accesso in Interregionale, nel dettaglio, interessa maggiormente al Corato, costruito in estate con l’ambizione di tentare il tanto agognato salto di categoria: Pizzulli è stato chiamato per invertire la rotta e l’attuale -2 dal Molfetta in campionato è sinonimo di una rincorsa ben avviata. Di contro vi è la truppa di Bonetti, coinvolta in zona playout e per la quale la Coppa rappresenta uno dei pochi motivi di soddisfazione di una stagione rivelatasi improvvisamente complicata: i garganici, consapevoli che l’obiettivo principale resta la salvezza, sognano però l’impresa e puntano a mettere in cascina l’importante trofeo. Sia Corato che Vieste contano una partecipazione a testa alla finale, ma per entrambe l'esito non è stato dei più felici: quella dei neroverdi risale allo scorso anno, quella dei garganici all'annata 2013/14 e in tutti e due i casi a far versare lacrime amare alle rispettive tifoserie fu il Casarano.

La finale d'andata si disputerà giovedì 23 gennaio presso lo stadio "Coppi" di Ruvo: il fischio d'inizio è previsto per le ore 14.30. Il 6 febbraio, alle ore 15, invece, spazio al match di ritorno: scenario della sfida lo "Spina" di Vieste.

Sezione: ECCELLENZA&PROMOZIONE / Data: Mar 21 Gennaio 2020 alle 19:30
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print