INTERVISTA - De Cagna, mister Manco: "Vittoria sul Matino frutto di cuore e determinazione"

09.10.2019 20:30 di Vito Salvatore Di Noi   Vedi letture
Mister Manco
Mister Manco

Reduce dal successo inflitto alla capolista Matino, la  De Cagna punta a ben figurare nel Girone B di Promozione pugliese. Ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA è intervenuto il tecnico della formazione salentina, mister Manco.

Che sensazioni si provano a tornare alla guida di una squadra dopo alcuni mesi di stop?

“Sono sensazioni indescrivibili per chi come me ama fare questo lavoro prima da calciatore e poi nelle vesti di allenatore. Il campo per me è qualcosa di speciale e quando fai  l’allenatore e vuoi trasmettere ai ragazzi qualcosa non vedi l’ora di metterti al lavoro.

Domenica scorsa avete battuto la capolista Matino per 3 a 1, infliggendole così la prima sconfitta stagionale. Una bella risposta che fa capire che la De Cagna c'é e vuole farsi sentire. Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati?

“Domenica i ragazzi hanno disputato una gara di cuore e determinazione , che sia stato il Matino, ottima squadra e che sarà lì a giocarsi il campionato , o che sia qualsiasi altra squadra  l’ atteggiamento deve essere sempre quello se no non si va da nessuna parte . Per quanto riguarda gli obiettivi pensiamo a lavorare giorno dopo giorno e domenica dopo domenica.  Saranno  il campo e il lavoro a dirci dove vogliamo arrivare”.

Il girone sembra essere molto competitivo. Una considerazione a riguardo.

“Il campionato come sempre è competitivo , quest’ anno forse ancora di più perché ci sono molte squadre attrezzate per fare bene vedi Racale, Manduria, Matino, Ostuni Taurisano Sava sarà bello e avvincente partita dopo partita”.

La prossima gara sarà in trasferta ad Avetrana contro l' Alto Salento.Una squadra che ha comunque sorpreso secondo ogni pronostico.  La difesa dovrà "tenere a bada" l'inarrestabile Sanyang che ha già siglato 5 reti. Come vi state preparando?

“Come detto già in precedenza non ci sono gare  facili , Sanyang si sta mettendo in evidenza per i goal fatti ma secondo me è la squadra che sta facendo bene quindi ci prepariamo con la consapevolezza di affrontare un gruppo  forte che sa quello che vuole  e che giocherà in casa”.

Per concludere, lei è di Taurisano e ha indossato quella maglia negli anni della Serie D ed è stato anche l'artefice del ritorno in Promozione della squadra dopo 9 anni di assenza. Ora, crede che il Taurisano, nonostante l'avvio un po' incerto possa ambire ad un posto in classifica migliore? E come sarà per Mister Manco essere   al Perrotta da avversario?

Secondo me per un taurisanese indossare quella maglia è qualcosa di veramente unico, poi l’abbiamo condita in quegli anni, in cui ero un ragazzo, con delle vittorie come la Coppa Italia quindi è qualcosa di veramente fantastico per uno del posto come me e per quello che provo io per la maglia granata.   Ritornando poi in un’altra veste, quella di allenatore,  mi sono calato in una situazione difficile perché il Taurisano non era presente in quello che chiamiamo “calcio che conta” da parecchio. Quindi abbiamo preso la squadra e dalla Seconda Categoria l’abbiamo riportata dove è ora, in Promozione. Aver vinto sia da giocatore che da allenatore per me è motivo di orgoglio anche per i tifosi che mi sono sempre stati vicini e mi hanno dimostrato sempre tanto affetto”.

Il tecnico conclude: “Il Taurisano quest’anno ha messo su una buona rosa: ci sono giocatori che hanno vinto lo scorso campionato con l’Ugento e ha con sé dei giovani molto interessanti. A mio parere, risalirà,siamo solo all’inizio, perché appunto è un bel gruppo.  Ritornare al Perrotta sarà senza ombra di dubbio molto emozionante ma l’importante è rispettare e rispettarsi lavorando  ovviamente, bene, per la società per la quale si lavora”.

Intervista realizzata dalla collaboratrice Emma Schiavano, redattrice ed esperta del Girone B di Promozione pugliese.