Fidelis Andria, a Picerno buona prestazione malgrado il ko. Ora il super derby contro il Taranto

12.02.2019 17:45 di Domenico Brandonisio   Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
Fidelis Andria, a Picerno buona prestazione malgrado il ko. Ora il super derby contro il Taranto

Sconfitti, ma con onore. La Fidelis Andria non è riuscita a fermare la corsa del Picerno, ma ha avuto il merito di restare in partita fino alla fine e nonostante l’inferiorità numerica: espulso Zingaro sul finale del primo tempo prima ed allontanato mister Potenza dalla panchina poi. C’è rammarico anche per le occasioni sprecate da parte di Paparusso, Cristaldi e Cipolletta. Encomiabile il supporto degli oltre 300 sostenitori biancazzurri giunti in Basilicata.

I lucani, malgrado il gol di Pitarresi, non hanno avuto vita facile. Mai domi i federiciani, adesso attesi da un altro scontro di fuoco: al ‘Degli Ulivi’ si presenterà il Taranto di Panarelli che viaggia sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria ottenuta in extremis contro il Savoia al 92’. Un derby tutto da seguire: non solo per la tradizione – con le due squadre avversarie persino in B nella stagione 1992/93 – ma anche per i valori che il campo è in grado di offrire. Si sfideranno il terzo miglior attacco (quello ionico, con 41 reti) e la miglior difesa (quella federiciana, con 15 reti) del girone H di Serie D.

Fidelis Andria che in classifica occupa ora la quarta posizione grazie ad uno score di 38 punti, 10 vittorie, 8 pareggi e sole 5 sconfitte. L’ultimo incrocio con gli ionici risale ai tempi della Lega Pro: 2-1 il risultato finale del ‘Degli Ulivi’ il 4 febbraio 2017: vantaggio ospite con Viola, rimonta federiciana con Tito ed Aya.