INTERVISTA - Fasano, Anglani: "Sarà una sfida dura col Taranto ma vogliamo continuare a fare punti"

03.11.2018 13:26 di Christian Cesario Twitter:   articolo letto 148 volte
Antonio Anglani
Antonio Anglani

E’ uno degli elementi più importanti nello spogliatoio del Fasano, dove ricopre il ruolo di capitano della squadra: Antonio Anglani, difensore, ha parlato ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA.com circa la sfida in programma, domani pomeriggio, allo stadio “Vito Curlo” contro il Taranto.

Siete reduci da quattro risultati utili consecutivi e, in particolar modo, dalla trasferta vittoriosa di Bitonto: come arrivate alla sfida col Taranto?

“Sicuramente arriviamo bene, con molto entusiasmo e maggior fiducia nei nostri mezzi: le vittorie aiutano anche ad alzare il morale. Veniamo da un periodo positivo, dove abbiamo raccolto due vittorie importanti: c’è entusiasmo in questo momento”.

In Coppa Italia, al “Vito Curlo”, i rossoblù riuscirono a rimontare due gol di svantaggio: che partita ti aspetti?

“Sarà un match molto duro, affrontiamo una squadra blasonata, una piazza importante: dopo lo stop di domenica in casa, contro l’Andria, vorranno cercare di fare punti. Noi siamo pronti a contrastarli, ci siamo preparati benissimo in settimana e vogliamo continuare sulla scia dei risultati positivi”.

Il Taranto sarà privo di Manzo e Marsili, due pedine importanti per il centrocampo: può essere la chiave del match?

“Anche a noi manca un giocatore importantissimo come Montaldi. Rispetto a noi, il Taranto ha la rosa molto più ampia e non credo avrà problemi nel rimpiazzare due giocatori del genere: hanno gente che sta giocando di meno in campionato ma sono di pari livello rispetto ai due centrocampisti”.

Sei il capitano dei biancazzurri: quali errori non bisogna commettere per portare a casa l’intera posta in palio?

“Dobbiamo cercare di non farci prendere dalla frenesia: c’è tanta voglia di fare bene in questa partita, davanti al nostro pubblico, ma dobbiamo giocare con calma e con la giusta tensione per portare a casa il risultato. Sarà una partita difficilissima dove, per fare punti, occorrerà dare il massimo. Dobbiamo cercare di concedere meno calci piazzati possibili: hanno giocatori, come D’Agostino, che sono molto pericolosi e quindi dovremo cercare di concedere loro meno punizioni possibili dal limite”.

La sfida tra Fasano e Taranto è sempre stata molto sentita tra le tifoserie: quanto può incidere il fattore ambientale?

“Domenica, sicuramente, accorrerà tanta gente allo stadio. E’ un derby sentito. L’emozione ci sarà sicuramente all’inizio del match ma dopo i primi minuti la tensione andrà via e non pensi più al fattore ambientale ma solo a fare bene”.

Dopo le prime sette giornate, ti aspettavi un avvio così equilibrato?

“Non mi aspettavo un inizio di questo genere: ci siamo anche noi lì sopra a dire la nostra, basta vincere o perdere una partita e ti ritrovi in altre zone della classifica ma credo che tra 3/4 giornate la classifica comincerà a delinearsi. Il nostro obiettivo iniziale, come sempre detto dal presidente, è quello di una salvezza tranquilla: noi vogliamo raggiungerla quanto prima per poi toglierci delle soddisfazioni personali”.