INTERVISTA - Fasano, Laterza: "Siamo pronti ad affrontare il Taranto, vogliamo i tre punti"

03.11.2018 15:00 di Christian Cesario Twitter:    Vedi letture
Giuseppe Laterza
Giuseppe Laterza

Si respira l’atmosfera di un vero e proprio big-match: domani pomeriggio, Fasano e Taranto si incontreranno nel derby valido per l’ottava giornata di campionato. Ai microfoni di TUTTOcalcioPUGLIA.com, il tecnico dei biancazzurri Giuseppe Laterza ha presentato la sfida:  

“Il Fasano sta bene: a parte Montaldi, tutti i giocatori sono a disposizione. Abbiamo lavorato abbastanza bene durante la settimana e siamo pronti ad affrontare il Taranto”

Una sola vittoria ottenuta tra le mura amiche: il derby con i rossoblù può essere la gara spartiacque per il trend interno del Fasano?

“Indipendentemente da quello che può essere l’andamento in casa, la partita col Taranto è una sfida importante, dove vogliamo fare bene. Ce la giocheremo a mille, ci teniamo a portare a casa l’intera posta in palio: è questo il match che può darci maggior autoconsapevolezza e stima nei nostri mezzi”.

I dati statistici dicono che la difesa del Fasano è una delle meno battute dell’intero girone tra le mura amiche: solo Gelbison e Fidelis Andria hanno fatto meglio. Il “Curlo” può diventare un vero e proprio fortino inespugnabile?

“A parte la partita di Picerno, anche fuori casa e nelle due partite di Coppa, abbiamo subito pochi gol. Solo nella trasferta lucana, abbiamo subito qualcosa in più: è stata una partita strana, indipendentemente dai gol subiti. Stiamo facendo bene in fase non possesso, in fase difensiva, mostrando dei miglioramenti, a prescindere dal fatto che si giochi in casa oppure in trasferta”.

Nella sfida di Coppa Italia col Taranto, schierò Serri dal primo minuto: il calciatore mise in difficoltà la retroguardia rossoblù. Potrebbe trovare spazio nella partita di domani?

“E’ un giocatore importante, sappiamo benissimo cosa ci può dare: non so ancora se domani giocherà dall’inizio o meno. Indipendentemente da questo, farà sicuramente parte della partita perché, per noi, è uno degli elementi fondamentali per il nostro gioco: al momento sta giocando meno in quanto stiamo preferendo un under sulla fascia destra, però, potrebbe anche partire dall’inizio domani. Deciderò all’ultimo ma sicuramente darà il suo apporto”.

I rossoblù saranno privi di diversi giocatori di prima fascia come Manzo, Marsili, Pellegrino, Salatino e Diakitè: quanto possono pesare, secondo lei, le assenze di questi giocatori negli ionici?

“Il Taranto ha un organico importante: nei momenti difficili, per una squadra importante come il Taranto che punta a vincere il campionato, è fondamentale sfruttare tutti gli elementi a disposizione. Hanno giocatori importanti che possono sostituire benissimo quelli che, sicuramente, hanno giocato di più: si faranno valere e, indipendentemente da tutto, troveremo di fronte una squadra molto competitiva”.

Dopo sette giornate, si aspettava questo inizio così equilibrato, con la sua squadra ed il Cerignola ai margini della zona playoff e Taranto, Picerno ed Altamura lì in vetta?

“Sì, perché il mercato all’inizio ha dimostrato che tutte le società hanno speso per fare bene. Molte di queste, almeno negli undici titolari, hanno giocatori importanti ma solo qualcuna ha la possibilità di ampliare l’organico con altri elementi di spessore, avendo a disposizione quasi due squadre, come Taranto e Cerignola. Per il resto, sono tutte squadre che si equivalgono: mi aspettavo un campionato così equilibrato, almeno inizialmente”.