Foggia, Agnelli: "Deluso e mortificato. Gli autori di quei gesti non amano la città"

12.03.2019 11:45 di Gianluca Sasso   Vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport
© foto di Federico Gaetano
Foggia, Agnelli: "Deluso e mortificato. Gli autori di quei gesti non amano la città"

"Da foggiano sono deluso, da capitano mortificato". Cristian Agnelli commenta così gli episodi avvenuti nel capoluogo dauno dopo il derby perso dalla formazione rossonera al Via del Mare. Obiettivo dei facinorosi sono stati Iemmello e Busellato. "Non appena ho saputo quello che è successo sabato notte, ho contattato i miei compagni ed ho manifestato loro il mio dispiacere, la mia vicinanza, la rabbia per quanto accaduto - spiega Agnelli -. Davvero è successo qualcosa di inaudito, che fa del male all’intera città. Chi ha commesso questi gesti non ama Foggia. Bisogna isolare i violenti e pensare che tutto questo si possa ripercuotere negativamente sulla squadra. Spero che la città ora ci stia vicino, ci teniamo tutti a raggiungere l’obiettivo e lotteremo fino all’ultimo per conquistarlo. Questa situazione non piace soprattutto a noi".