Foggia-Benevento 1-1: cuore rossonero, ma l'arbitro condiziona la gara

23.02.2019 19:58 di Francesco Ippolito Twitter:    Vedi letture
Foggia-Benevento 1-1: cuore rossonero, ma l'arbitro condiziona la gara

Nonostante una bella prestazione, il Foggia non riesce a trovare la vittoria e impatta in casa dal Benevento. 1-1 il risultato finale, maturato non senza polemiche verso l'arbitro.

La partita si innervosisce da subito nei primi minuti a causa delle intemperanze dei tifosi sugli spalti: ai petardi esplosivi dei tifosi beneventani (tirati verso la curva avversaria e dentro al campo), i foggiani hanno risposto con dei fumogeni, tutto con il rischio di creare feriti. Il nervosismo si trasferisce dagli spalti in campo: ogni fallo contiene rabbia ed ogni volta c’è sempre la reazione del malcapitato. Al 45’ l’arbitro Marinelli perde totalmente di mano la gestione della gara, non assegnando un rigore nettissimo ai danni di Gerbo ed estraendo il rosso nei suoi confronti per un suo fallo di reazione su Caldirola. Il primo tempo si conclude così tra i sonori fischi del pubblico del “Pino Zaccheria” nei confronti di Marinelli e degli assistenti arbitrali.

Nella ripresa il Foggia, nonostante l’inferiorità numerica, sembra più vivo e va più volte vicino al gol del vantaggio, prima con Iemmello e poi due volte con Kragl su punzione. Ma nel momento migliore dei rossoneri è il Benevento a segnare: al 75’ Ingrosso sbaglia a rinviare palla e favorisce Coda, che porta in vantaggio gli ospiti. Ma il vantaggio sannita dura solo cinque minuti: su una punizione da posizione angolatissima Kragl riesce a segnare un gol pazzesco, il quinto su cinque da calcio di punizione.

Foggia-Benevento 1-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 75’ Coda (B), 80’ Kragl (F)

Foggia (4-3-3): Leali, Ngawa, Billong, Ingrosso, Ranieri, Deli (86’ Cicerelli), Busellato, Gerbo, Chiaretti (84’ Greco), Iemmello, Kragl (88’ Mazzeo). All. Padalino.

Benevento (3-5-2): Montipò, Tuia, Caldirola, Costa, Maggio, Bandinelli (60’ Tello), Crisetig, Bonaiuto (60’ Asencio), Improta, Coda (88’ Armenteros), Insigne. All. Bucchi. 

Arbitro: Marinelli di Tivoli.

Ammoniti: 33’ Ngawa (F), 34’ Crisetig (B), 45+3’ Costa (B), 50’ Deli (F), 50’ Bandinelli (B), 57’ Tuia (B), 80’ Improta (B).

Espulsi: 45’ Gerbo (F)