Foggia-Pescara 1-1: i rossoneri convincono, ma finisce in parità

10.02.2019 16:49 di Francesco Ippolito Twitter:    Vedi letture
Foggia-Pescara 1-1: i rossoneri convincono, ma finisce in parità

Un punto che non serve a nessuno. Foggia-Pescara finisce 1-1, ma i rossoneri visti quest'oggi al "Pino Zaccheria" meritavano decisamente di più.

Nei primi minuti è il Pescara a partire in maniera aggressiva: la squadra di Pillon si fa vedere più volte dalle parti di Leali, senza tuttavia rendersi pericolosa. Al 18’ arriva la prima occasione a tinte rossonere con Deli, che si libera dal limite dell’area e conclude pochi metri al lato della porta difesa da Fiorillo. Con il passare dei minuti il Foggia cresce e al 24’ si rende nuovamente preoccupante per la retroguardia biancazzurra, con Loiacono che tira poco fuori allo specchio al termine di un’ottima azione corale della squadra di Padalino. Il gol è nell’aria ed al 44’ la partita finalmente si sblocca, a segnare è Deli con uno dei gol più belli di questa giornata di Serie B: il centrocampista entra in area, dribbla un avversario e lo fa sedere, e con un destro a giro conclude in gol - che mancava dal derby col Lecce di ottobre -.

La ripresa comincia con i padroni di casa all’immediata ricerca del raddoppio: già al 49’ Iemmello colpisce un palo con un tiro dal limite dell’area pescarese. Il Pescara non si lascia intimidire e pochi secondi dopo si rende pericoloso prima con un tiro di Memushaj e poi con un siluro di Brugman da lontanissimo. Al 62’ i satanelli vanno vicini più che mai al secondo gol: con un “lob” Galano scavalca la difesa abruzzese e serve l’isolato Iemmello, che uno contro uno si fa ipnotizzare dal mai domo Fiorillo, autore di un’insperata parata con i piedi. Ma al 65’, nel miglior momento dei rossoneri, cambia la storia della partita. In area c’è un contrasto tra Mancuso e Billong, il francese interviene sul pallone ma il signor Volpi vede un contatto: tra le pesanti proteste degli undici rossoneri (e soprattutto del pubblico di casa inferocito), il direttore di gara decreta il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta proprio Mancuso, che con un tiro centrale spiazza Leali. Dopo il pareggio abruzzese si alza il livello di nervosismo in campo e nessuna delle due squadre si rende offensiva per non rischiare di sbilanciarsi. La partita termina 1-1, tra gli incessanti fischi dei tifosi rossoneri verso l'arbitro Volpi.

IL TABELLINO

Foggia-Pescara 1-1 
Marcatori:
44’ Deli (F), 67’ rig. Mancuso (P)
Foggia (3-5-2): Leali, Loiacono, Billong, Martinelli, Ranieri, Busellato, Greco (81’ Agnelli), Deli (81’ Mazzeo), Kragl, Iemmello, Galano (89’ Matarese). All. Padalino.
Pescara (4-3-1-2): Fiorillo, Ciofani, Scognamiglio, Campagnaro, Balzano, Memushaj, Melegoni (68’ Crecco), Brugman, Marras (81’ Bruno), Monachello (85’  Del Sole), Mancuso. All. Pillon.
Arbitro: Volpi di Arezzo.
Ammoniti: 38’ Mancuso (P), 65’ Billong (F), 66’ Ranieri (F), 84’ Busellato (F)