Tangorra sul Foggia: "Padalino deve ancora prendere le redini della squadra. Benevento? Gruppo compatto"

22.02.2019 14:00 di Christian Cesario Twitter:    Vedi letture
Tangorra sul Foggia: "Padalino deve ancora prendere le redini della squadra. Benevento? Gruppo compatto"

Intervistato dalla redazione di pianetaserieb.it, l'ex difensore del Bari ed allenatore del Monopoli Massimiliano Tangorra ha parlato della sfida tra Foggia e Benevento, in programma nel prossimo weekend: l'ex calciatore, infatti, ha militato in entrambe le piazze.

“Cosa non sta funzionando nel Foggia? Intanto c’è stato il cambio di allenatore, qualche giocatore arrivato con il mercato di gennaio: è iniziato un altro campionato paradossalmente, quando col mercato ci sono nuovi arrivi. Con l’allenatore subentrato riparte un’altra squadra, ad alcuni bisogna dar tempo di inserirsi di amalgamarsi ed ambientarsi con la città e l’ambiente, con la categoria. Quindi è come se il Foggia fosse ripartito. Più che cercare cosa non sta andando bisogna fare un’analisi, in questo senso, aspettare che il nuovo allenatore insieme ai nuovi arrivati possano iniziare a diventare una squadra. Il momento del Benevento? Parliamo esattamente della situazione opposta: il Benevento è sceso dalla serie A con l’intento di ritornarci. Dunque, con una società e con Vigorito che da qualche anno hanno già le idee chiare, con un allenatore che comunque ha già dimostrato il suo valore, avendo allenato il Sassuolo in serie A, è una squadra già formata per vincere il campionato. Pertanto si sa, in serie B ci vuole pazienza, il campionato è molto equilibrato, con 2-3 risultati positivi consecutivi si entra nei playoff, altrettanto con 3 risultati negativi si finisce ai playout. Ci vuole molto equilibrio in tutti i sensi. Direi che il Benevento non è una sorpresa per la classifica che occupa.”

Quando all'ex Monopoli viene chiesto un pronostico sul match, Tangorra non si sbilancia: “E’ chiaro che sulla carta il Benevento è favorito, per i motivi che ti ho appena accennato; però il calcio è bello ed è strano anche per questo: spesso i favori dei pronostici non contano, le partite vanno giocate, tra l’altro il Foggia gioca in casa, dove può contare sull’apporto del pubblico che dà alla propria squadra. Per il Benevento sarà un test.”