Colpo grosso della Virtus Francavilla contro la Ternana: al Libero Liberati i biancazzurri si impongono grazie ai gol di Vazquez nel primo tempo, e di Marino nella ripresa.

Trocini soprende tutti e lascia in panchina sia capitan Albertini che Delvino, schierando rispettivamente Di Cosmo e Tiritiello. È una Virtus Francavilla che parte subito in maniera propositiva, quando Vazquez ci prova dopo appena otto minuti con una conclusione dal limite dell'area che è sì potente, ma centrale. I biancazzurri continuano a spingere e trovano anche il gol del vantaggio, quando al 17esimo Russo intercetta con la mano un potente cross dalla sinistra di Perez. Per il direttore di gara non ci sono dubbi sul tocco con il braccio e assegna il calcio di rigore: dal dischetto ci va proprio Vazquez, che non sbaglia e spiazza Iannarilli, siglando il gol del vantaggio per il Francavilla, volando a quota otto marcature in stagione. La risposta della Ternana è tutta in un tiro di Vantaggiato al 19esimo, che però scivola sul piede d'appoggio e spedisce la palla sopra la traversa. Nonostante il momentaneo vantaggio, la Virtus non rinuncia a proporre gioco, e al 28esimo gli imperiali hanno una grande chance per raddoppiare: Perez dalla destra rifinisce per Vazquez, che da pochi passi calcia a botta sicura ma colpisce clamorosamente la traversa; sulla respinta si presenta Risolo, che però cicca malamente la sfera spedendola sopra la traversa.

Nella ripresa i biancazzurri vanno subito al raddoppio al 57esimo, quando sugli sviluppi di un apparente innocuo calcio di punizione di Zenuni, Marino trova l'inzuccata vincete e fa 2-0 per gli imperiali. La reazione dei padron in di casa è tutta in un tiro di Torromino al 72esimo che viene neutralizzato in corner da Poluzzi. La Ternana ha in mano il pallino del gioco ma non riesce mai ad incidere: finisce così al Libero Liberati dopo sei minuti di recupero: colpo grosso della Virtus Francavilla che si impone per 2-0 ed entra nella zona playoff.

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Dom 16 Febbraio 2020 alle 19:30
Autore: Stefano Di Bella / Twitter: @Dibella97
Vedi letture
Print