La Virtus Francavilla, su iniziativa del portiere Giacomo Poluzzi, ha avviato una raccolta fondi per aiutare l'Ospedale Dario Camberlingo di Francavilla Fontana. Un gesto importante in questo momento di difficoltà, d'aiuto come spiega in esclusiva ai nostri microfoni proprio l'estremo difensore biancazzurro.

Giacomo, è partita la raccolta fondi per aiutare l’Ospedale di Francavilla Fontana. Una tua iniziativa…
"È una piccola cosa, che in un momento così mi ero sentito di poter fare. Il nostro mondo, quello dello sport, è abbastanza conosciuto e seguito e magari può essere d'aiuto per raccogliere fondi. Lunedì mi era venuta questa idea, ripeto per essere d'aiuto e non per passare da eroe, perché molta gente gravita attorno a noi. La raccolta fondi iniziale mi era stata bloccata perché serviva l'autorizzazione dell'Asl. Poi la società ha chiesto di fare il tutto insieme e ci siamo uniti: qualche problema burocratico per evitare di uscire da casa e andare in banca, ma alla fine abbiamo ottenuto l'Iban".

Un momento particolare per il nostro Paese.
"Molto difficile, specialmente per tutte le persone colpite, malate, ricoverate e che ogni minuto lottano. Per i medici, gli infermieri in prima linea. Per noi che stiamo bene la cosa più complicata è il fatto di non avere certezze: non si sa quando si potrà riprendere la nostra vita normale, per lavorare e, solo un esempio, portare in giro i bambini. E poi non essere a casa propria non aiuta. Ma è una situazione di emergenza e bisogna adattarsi, rispettando le regole in maniera disciplinata".

C’è chi si batte sulla formula dei campionati, la ripresa dei lavori. Un clima esagerato in questo momento?
"Sicuramente adesso la cosa più importante è riuscire a migliorare la situazione contagi, perché altrimenti non riprende tutta l'Italia e non il calcio, che è l'ultima cosa. Chiaramente fa parte del nostro lavoro, ma prima di ogni cosa viene la salute. Non riaprirebbero aziende, la gente non andrebbe a lavoro. I vertici del calcio si stanno muovendo per portare a termine una stagione, stanno provando a stilare calendari ipotetici. Purtroppo anche loro dovranno farsi trovare pronti nel momento in cui si potrà riprendere"

Intanto voi calciatori vi allenate a casa…
"Assolutamente sì, ci hanno dato dei programmi da fare e quindi ci stiamo tenendo in contatto tramite Skype con i preparatori atletici per aggiornarci quotidianamente su difficoltà o altre integrazioni. Andremo avanti così fino ad aprile".

Sguardo al futuro: Poluzzi cosa vede?
"Mi auguro che si possa continuare a fare quello che abbiamo sempre fatto, tutti. La preoccupazione più grande adesso è questa. Oltre alla passione che ci porta a giocare a pallone, per me e per tanti altri è diventato un lavoro, anche noi abbiamo famiglie da mantenere. Speriamo la situazioni migliori quanto prima e che si riesca ad arrivare a una cura".

Di seguito le coordinate su cui effettuare il bonifico

Iban:
IT40P03268223000EM001213520
Intestatario:
GIACOMO POLUZZI
Causale:
DONAZIONE OSPEDALE FRANCAVILLA FONTANA

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Mer 18 Marzo 2020 alle 11:45
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print