L'attacco del Francavilla: il bello, il nuovo e il cattivo

08.08.2019 15:56 di Giuseppe Andriani Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
L'attacco del Francavilla: il bello, il nuovo e il cattivo

Il bello, il brutto e il cattivo. Anzi, il bello (Anthony Partipilo, che se la Ternana dovesse arrivare a una cifra importante può partire), il nuovo (Allan Baclet, che si allena con i biancazzurri e va verso l'esordio) e il cattivo (Federico Vazquez, che ci ha messo otto minuti a trovare la prima rete).  L'attacco della Virtus Francavilla, oggi, è un cantiere, uno splendido cantiere, con i dubbi sul capitano, che sembra diretto verso l'addio dopo aver guidato i biancazzurri per un anno e mezzo, nonostante la voglia, da parte della società, di trattenerlo. Partipilo aveva offerte da Venezia e Catania, ma la Ternana, prossima avversaria della Virtus nel girone C, è quella disposta a offrire di più. Meta gradita a calciatore ed entourage, adesso la palla passa al Francavilla che - come da copione e come naturale che sia - in caso di offerta vera non può rifiutare una plusvalenza su un ragazzo arrivato quasi a zero dal Bisceglie a gennaio 2018. Non solo il bello, Anthony, perché il nuovo, Baclet, è subito entrato in sintonia con i compagni. E se Partipilo, per altro, non è ancora al top in vista di Cremona, lui vuole esserci e va verso il debutto ufficiale. Probabile che faccia coppia con Vazquez, il cattivo sotto porta che contro il Novara ha messo in mostro il repertorio per intero. Un paio di conclusioni murate, la rete di testa, bellissima, il controllo del pallone, la protezione della sfera nel far salire la squadra e qualche giocata importante. Cattivo sotto porta, attaccante moderno, come si è definito lui stesso. Il bello, che può partire, il nuovo, che vuole giocare, il cattivo, che vuole continuare a segnare. L'attacco della Virtus come un western e il duello con la Cremonese è tutt'altro che scritto.