Una partita praticamente perfetta: nulla, o quasi, ha sbagliato la Virtus Francavilla al “Libero Liberati” di Terni. Dalla difesa, ermetica e ordinata, passando al centrocampo produttivo e offensivo, terminando all’attacco incisivo e cinico. Una prestazione che rasenta la perfezione, contro una Ternana completamente annullata, che è parsa davvero poca roba in confronto alla Virtus Francavilla: una squadra ammazza grandi, che si esalta con le big, mettendole in difficoltà, e portando a casa punti preziosi. Nulla, però, è dovuto al caso. Se questa squadra si esalta con le big del torneo un motivo si sarà: il gioco frizzante della squadra di Trocini riesce ad esprimere il miglior calcio soprattutto quando trova molti spazi, affrontando quindi una squadra che gioca a viso aperto. Insomma, una condizionale che è facile trovare nel momento in cui si gioca contro un avversario che è favorito e, quindi, costretto (per così dire) a vincere. Chi ha ancora una volta sorpreso è Daniele Marino: non soltanto il gol segnato, che ha regalato la sicurezza, ma tanta personalità in difesa, dalla quale partivano sempre le offensive dei biancazzurri. Anche il reparto offensivo ha sorpreso in positivo: la coppia italo-argentina Vazquez-Perez sembra esser tornata ai fasti d’inizio stagione. L’uno completa l’altro, poi quell’incredibile voglia di sacrificarsi e ripiegare dando una mano in difesa, sono un merito aggiuntivo da attribuire ai due attaccanti. Adesso bisogna però archiviare la vittoria di Terni, per pensare già al prossimo impegno contro il Catanzaro, sabato sera alle 20.45, dove con ogni probabilità sarà indetta la “Giornata Pro Virtus Francavilla” insomma tante novità per i tifosi biancazzurri, che saranno invogliati a riempire il "Giovanni Paolo II".

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Mar 18 Febbraio 2020 alle 09:15
Autore: Stefano Di Bella / Twitter: @Dibella97
Vedi letture
Print