Virtus Francavilla, una difesa da rivedere in vista del derby col Monopoli

08.10.2019 09:15 di Stefano Di Bella Twitter:    Vedi letture
Foto: Antonio Moniaci
© foto di
Foto: Antonio Moniaci

Prima la Ternana in casa, poi il Catanzaro al Ceravolo: due partite, due sconfitte e zero punti guadagnati per la Virtus Francavilla, contro due big del campionato che adesso si ritrovano nelle zone alte della classifica. Nessun dramma però. Ci può stare perdere, sia chiaro, specialmente se accade contro due delle squadre più forti del girone che, diversamente dagli imperiali, puntano a lottare per il primo posto in classifica, valido per la promozione diretta nel campionato cadetto.

Tanta sfortuna poi, in queste due sconfitte: specialmente al “Giovanni Paolo II”, dove una defezione della difesa biancazzurra ha permesso a Partipilo e compagni di fare bottino pieno nella città degli imperiali. Stesso discorso si potrebbe fare per la partita del Ceravolo di domenica scorsa: una prestazione più che soddisfacente da parte della squadra di mister Trocini che però, anche questa volta, non ha brillato in fase difensiva.

Se è vero che Poluzzi si sta confermando un portiere d’altra categoria (vedi la grande prodezza sulla rovesciata di Celiento), è anche vero che c’è stata qualche defezione nel terzetto di difesa. Sì, è vero anche che di fronte c’è stato un avversario di tutto rispetto, con giocatori che probabilmente hanno poco a che fare con la terza serie nazionale; ma è pur vero che i tre gol realizzati dal Catanzaro sono tutti viziati da alcune distrazioni difensive che si sono rilevate fatali. Partendo dal gol del pareggio, dove Fischnaller ha fatto quello che ha voluto in area, avendo tutto il tempo di stoppare la palla, girarsi e battere in porta, senza dimenticare che qualche minuto prima del gol della Virtus, si era ritrovato a tu per tu con Poluzzi spedendo la palla nella galassia; passando al secondo gol dove si è creata un’inspiegabile voragine al centro della difesa; voragine che si è poi ripetuta con Kanoute che però a mancato lo specchio della porta; finendo alla terza marcatura, dove Maita ne salta quattro per poi calciare in porta, dove il lesto Di Livio trova il tapin vincente. Una giornata no, insomma, per la Virtus Francavilla che sicuramente farà tesoro dei propri errori, cercando di non sbagliare più… ad iniziare dal derby di Coppa contro il Monopoli.