Bisceglie, a Teramo timidi (e insufficienti) miglioramenti. E ora un trittico da brividi

Al "Bonolis" i nerazzurri hanno fatto intravedere qualche passo in avanti, ma non è bastato. Domani la Casertana in coppa, poi Bari e Monopoli
05.11.2019 00:00 di Vincenzo Murgolo Twitter:    Vedi letture
Bisceglie, a Teramo timidi (e insufficienti) miglioramenti. E ora un trittico da brividi

E rieccoci, dopo una settimana esatta, a commentare un’altra sconfitta del Bisceglie per 1-0, la terza nelle ultime quattro partite. Anche al “Bonolis” di Teramo, esattamente come contro la Virtus Francavilla al “Ventura”, la sconfitta è maturata nel primo tempo.

Rispetto alla sconfitta casalinga contro la formazione di Trocini, a ben guardare, il Bisceglie ha fatto intravedere qualche passo in avanti, seppur timido e non sufficiente per guarire pienamente il malato. Mi si potrebbe, correttamente, far osservare che fare meglio non era un’impresa titanica. Però è altrettanto vero che se prima del gol di Ilari la squadra ha almeno provato a far vedere qualche trama di gioco vuol dire che la voglia di provarci, almeno quella, è rimasta. Dopodiché è pacifico che le criticità siano ancora lì da vedere. Un centrocampo in costante fatica, un attacco che senza i gol di Gatto fatica a vedere la luce, salvo qualche spunto dell’esperto e volenteroso Ebagua, e una difesa che sul gol del Teramo è parsa tutt’altro che impeccabile. Criticità ascrivibili solo in parte a chi, oggi come ieri, siede in panchina, ma che chiamano in causa qualche errore di valutazione in fase di allestimento della rosa per affrontare la stagione.

Questa la fotografia del momento attuale in casa nerazzurra alla vigilia del trittico Casertana-Bari-Monopoli, che inizierà già domani con la sfida di Coppa Italia contro i campani dell’ex Ginestra. Poi domenica al “Ventura” ci sarà la partita più attesa dai tifosi biscegliesi alla vigilia della stagione, quella contro il Bari. I biancorossi, dal canto loro, dovranno per forza vincere per continuare a tener vivo il sogno della Serie B diretta, visto il pari di domenica contro la Vibonese e la contemporanea vittoria della capolista Reggina a Potenza.

Da una parte un Bisceglie che sperava in un campionato meno travagliato, dall’altra un Bari che ha iniziato la stagione con aspettative superiori in termini di classifica. Eh già, aveva proprio ragione l’amico e collega Vito Troilo quando in un suo articolo di ieri ha definito quello di domenica prossima “il derby della delusione”.

---> Per seguirmi su Facebook, CLICCA QUI!