La serietà di una società sempre presente, l'unione del gruppo e la personalità del suo condottiero: ha vinto la squadra più forte, Bentornato Lecce!

Dennis Magrì, classe '95, responsabile di TUTTOcalcioPUGLIA.com, redattore per TUTTOmercatoWEB.com.
30.04.2018 00:01 di Dennis Magrì Twitter:    Vedi letture
La serietà di una società sempre presente, l'unione del gruppo e la personalità del suo condottiero: ha vinto la squadra più forte, Bentornato Lecce!

"Non siamo la squadra più bella, ma quella col gruppo più forte", parole e musica di Fabio Liverani. Ed alla fine ha vinto la squadra più forte, quella che nei precedenti cinque anni ha sempre e soltanto sfiorato l'impresa. Merito di una rosa compatta, che ha sempre remato in maniera concorde verso l'obiettivo comune e nemmeno così tanto segreto. Ha messo alle spalle altre due corazzate come Trapani e Catania, che non sono riuscite a tenere il passo della capolista ed entrambe tornate a distanza ridotta soprattutto per il calo fisiologico dei salentini nel mese di marzo. 

Alla fine dei conti, però, ciò che conta non sono i numeri pazzeschi del Lecce (74 punti con una gara ancora da disputare, 21 vittorie su 35 partite e solo 3 sconfitte, di cui solo una con Liverani in panchina), ma aver centrato la Serie B. Liverani ha saputo allontanare dalle critiche e dal pessimismo i propri calciatori portandoli in ritiro prima della sfida contro la Reggina, quella decisiva per le sorti del campionato: con questo il tecnico giallorosso ha sempre dato l'impressione di avere la situazione sotto controllo e di saper gestire al meglio le risorse a sua disposizione.

I complimenti vanno anche ad una società che ha dato continuità e serietà: il presidente Sticchi Damiani ha messo sul piatto la propria disponibilità, lavorando al meglio con il suo vice Liguori ed il ds Meluso (che dopo l'addio di Rizzo e la breve parentesi Maragliulo, ha affidato la conduzione della squadra a Liverani). Per disputare un campionato dignitoso in Serie B, come ha riferito lo stesso presidente, servirà una buona programmazione: già nelle prossime settimane (probabilmente dopo la Supercoppa) s'inizierà a pensare al campionato 2018-2019, adesso è tempo di festa. Bravo Lecce, Bentornato!