Ma quale calcio, questa è una barzelletta. La B è il campionato dei tribunali

Responsabile di TUTTOcalcioPUGLIA.com, giornalista del "Corriere dello Sport" (Puglia) e di TUTTOmercatoWEB.com. Conduttore TG Sport su Canale 85.
13.05.2019 20:25 di Dennis Magrì   Vedi letture
Ma quale calcio, questa è una barzelletta. La B è il campionato dei tribunali

Qualcosa di vergognoso. Probabilmente l'unico termine alternativo è "ridicolo". Il Tribunale Federale Nazionale, nella sentenza di primo grado, spedisce il Palermo in Serie C, "graziando" Maurizio Zamparini. E già questo fa uscire un sorriso amaro pensando a tutti gli sportivi e i tifosi rosanero. Foggia, di conseguenza, ai playout. Anzi no, perché qualche ora dopo arriva il verdetto: i rossoneri seguono i siciliani, il Carpi e il Padova nella terza serie italiana. Pare su proposta della Salernitana del patron Claudio Lotito. In pratica una barzelletta.

Montagne russe. I dauni, che si erano visti riproiettati nel campionato cadetto, sprofondano nuovamente. A questo punto l'ultima speranza è legata al ricorso per la restituzione di uno dei sei punti di penalizzazione inflitti la scorsa estate. In quel caso la classifica vedrebbe a pari punti pugliesi e proprio la Salernitana di Lotito che, in virtù degli scontri diretti a sfavore, retrocederebbe in Serie C. 

Ma ancora una volta, anche quest'anno, il campionato di Serie B si decide non sul campo, ma nei tribunali. Non con le partite, ma con le sentenze. Un calcio che va a rotoli: colpa dei soliti furbi e di un'Italia in netto ritardo anche nello sport.