Mercato, che tristezza. Ancora due giorni per innamorarsi nell'estate più brutta di sempre

15.08.2018 13:51 di Giuseppe Andriani Twitter:   articolo letto 490 volte
Mercato, che tristezza. Ancora due giorni per innamorarsi nell'estate più brutta di sempre

Per chi fa il nostro lavoro sono i giorni dell'anno. I più caldi, termometro a parte. E qualcuno dovrà rendere conto della lunga onda anomala di un'Estate incapace di godersi le trattative, le formule, i diritto di riscatto, la punta che arriva nelle ultime 24 ore e il regista di metà campo che invece non arriva più. Merce rara nel calcio del contropiede. Sono state settimane giocate tra Collegio di garanzia e ipotetici ricorsi, in cui le NOIF hanno tenuto banco più delle indiscrezioni.

È la tristezza disarmante di un anno catastrofico. Al netto di tutto, e di quanto bello potrà essere, il prossimo campionato porterà sempre, con sé, cicatrici indelebili. I calendari di B rinviati di un'ora e mezza, senza diretta tv, sono il contrario di una lega che si sforza di entrare nel futuro con DAZN. Un futuro in streaming, con 3 squadre in meno all'improvviso, e la paura, nell'aria, che tutto potrebbe essere bloccato da un tribunale. Il ferragosto regalerà ai tifosi l'aspetto insolito del terzultimo giorno di mercato. Per quanti, poi? Chi chiederà la proroga probabilmente la otterrà, e tutto seguirà a ruota. La sconfitta dell'estate in cui il mondiale non giocato è stato la punta dell'iceberg è il tifoso che salvo eccezioni e passioni particolari fin qui si è emozionato poco per il mercato. Proveremo a farvi dimenticare tutto, per tre giorni. E poi per un'altra settimana di passione per la C. Ma non dipende tutto da noi, anzi. Una volta erano davvero i giorni più belli.