Torna l'AC Penalizzazione. Incognita promozioni e retrocessioni. Lecce e Foggia sorridono, occhio alle classifiche falsate. Bari in luna di miele, Fidelis che torna a sorridere

Nasce a Bari il 23.02.1988 e di lì in poi vaga. Laurea in giurisprudenza, titolo di avvocato e dottorato di ricerca: tutto nel cassetto, per scrivere di calcio. Su TuttoMercatoWeb.com
01.11.2018 01:00 di Ivan Cardia  articolo letto 663 volte
Torna l'AC Penalizzazione. Incognita promozioni e retrocessioni. Lecce e Foggia sorridono, occhio alle classifiche falsate. Bari in luna di miele, Fidelis che torna a sorridere

Riparte il ballo del segno meno. Su TuttoMercatoWeb l’abbiamo ribattezzata AC Penalizzazione: in Serie C, in questa stagione, ha già 31 punti. È la squadra fantasma, che somma i punti delle penalizzazioni comminate. Siamo a inizio novembre e ha già più punti di qualsiasi altra squadra in corsa, più di quanti se ne sarebbero potuti fare in 9 giornate. Più dei 26 punti di penalizzazione comminate nell’intero campionato 2016/2017. È il nuovo elefante nella stanza della C, magari farà amicizia con quello relativo a promozioni e retrocessioni. Quante sono? Al primo novembre, non ne abbiamo ancora idea, si va avanti per ipotesi. 

 

Toccate, seppur in maniera marginale, le squadre pugliesi. Nello specifico il Monopoli, che incassa un -2 tutto sommato non decisivo ai fini della stagione ma che comunque pesa sulle ali del Gabbiano. Sono punti destinati a essere ridotti? Probabile, lo scopriremo. Intanto ci sono. E fanno appunto il paio con una classifica già falsata e impossibile da leggere. Parliamo di bei risultati, mai poi in B e in C ci sono squadre a giornate variabili, da dieci a sei. Impossibile dire chi ha fatto bene e chi ha fatto male. 

 

Ha fatto bene, comunque, il Lecce: ne abbiamo già parlato, è la principale candidata al titolo di squadra rivelazione in Serie B. Ha anche più giornate di molte contendenti, ma intanto si gode il punteggio. Ha fatto abbastanza bene anche il Foggia di Nember, che da quando è arrivato ha fatto grandi cose in rossonero e giustamente difende il suo lavoro. Ecco, nel caso dei Satanelli la difesa della Serie B a 19 è un po’ meno comprensibile. Due spiccioli (o meglio, non proprio due spiccioli, ma quasi) valgono il rischio di retrocedere? Prestazioni e risultati alla mano, i rossoneri possono guardare con serenità crescente al futuro. Ma con tre squadre in meno la lotta per non andare in C sarà giocoforza più serrata, e anche più casuale. Un paio di risultati positivi ti spingono su, un paio di cadute ti affossano. È un equilibrio precario.

 

Alle liti da cortile del professionismo guardano con un po’ di malinconia ma anche tanta soddisfazione Bari e Fidelis Andria. La piazza biancorossa è in luna di miele col presidente De Laurentiis (Luigi, ora) e la squadra è tornata a vincere. Non solo: contro il Locri si è visto un Bari che al risultato ha aggiunto la prestazione. Vincerà il girone, possono toccare ferro o legno i tifosi ma è solo questione di quando, non di se. La Fidelis si gode la vittoria nel derby col Taranto e la sua nuova partenza. Montemurro è stato trattato peggio di quanto avrebbe meritato, ma ormai è comunque un capitolo chiuso e la tifoseria ha diritto a una nuova partenza. Il  buongiorno si vede da un derby? Non proprio, perché fa bene la dirigenza a parlare di salvezza. Ma con l’entusiasmo si può andare lontano.