Bandiere, applausi e cori in piazza: che festa per il "ritorno" del Brindisi

16.04.2018 10:20 di Dennis Magrì Twitter:   articolo letto 592 volte
Foto Facebook SSD Brindisi
Foto Facebook SSD Brindisi

Un pomeriggio così, a Brindisi, lo aspettavano da tempo. Dopo il campionato di Prima Categoria, il passaggio in Promozione e l'ottavo posto della passata stagione, il club biancazzurro torna in Eccellenza vincendo uno dei campionati più belli ed avvincenti degli ultimi anni. E lo fa rifilando tre gol al Tricase e mettendo alle spalle il duo Mesagne-Ostuni, che fino all'ultimo ha battagliato con i brindisini.

Serata di festa ieri in piazza Curtatone, dove i tifosi si sono radunati per rendere omaggio alla squadra allenata da Rufini: bandiere, applausi, cori e due colori dominanti. Chiaro che il campionato di Eccellenza non è la Serie D e nemmeno la Serie C (ultima volta disputata nella stagione 2010/11), ma è comunque un segnale importante per il calcio pugliese il "ritorno" del Brindisi. Il presidente Giannelli si era prefissato di riportare la "V" nel primo campionato dilettantistico entro il 2020, ma dalle parti dello stadio 'Fanuzzi' c'è già qualcuno che vuole bruciare le tappe.