Federico Matiàs Scoppa, l'argentino che ha iptonizzato Monopoli

 di Alessandro Chimenti  articolo letto 344 volte
Federico Matiàs Scoppa, l'argentino che ha iptonizzato Monopoli

Dall'Argentina con furore per fare la differenza nel calcio che conta. Federico Matías Scoppa, una garanzia sulla mediana, classe cristallina a disposizione di Massimiliano Tangorra e squadra. Una pedina irremovibile dallo scacchiere tattico del 3-5-2, factotum onnipresente in qualsiasi zona del campo. Nato a San Nicolàs nella provincia de La Riojia, cresce calcisticamente nelle fila del settore giovanile del Boca Juniors, club rinomato in Sudamerica e nel mondo per i diciotto trofei internazionali conquistati sin dal momento della sua fondazione. Poi la breve parentesi al Porto, seguita da altre sempre in Sudamerica, sino all'approdo al Rafaela, in seconda serie argentina. Vetrina di spessore utile a far emergere le proprie potenzialità individuali, prontamente rilevate dal Catania che nel 2016 acquista il cartellino del centrocampista affidandone le chiavi tattiche.

 

Con gli etnei conquista ventisei presenze, subentra spesso a gara in corso non riuscendo a ritagliarsi il giusto spazio per fare la differenza. Conclude la stagione non nel migliore dei modi, uscendo fuori dai progetti tecnici principali di Lucarelli che lo rende libero di accasarsi in un altro club. Nel corso dell'ultima sessione estiva di calciomercato il Monopoli si innamora delle sue giocate, mettendolo sotto contratto e puntando sulla sua solida esperienza. La fiducia viene pienamente ripagata: l'argentino gioca, si diverte e fa divertire il pubblico pagante. Col 'Gabbiano' conquista diciassette presenze, tutte da titolare inamovibile, riuscendo a trovare anche la prima rete in Serie C in occasione della sfida col Cosenza. Una bella favola da raccontare, con un lieto fine ancora da scrivere.