Foggia, Stroppa: "Voglio una mentalità vincente. Playoff? Serve continuità"

16.04.2018 12:25 di Attilio Scarano Twitter:   articolo letto 147 volte
Giovanni Stroppa
Giovanni Stroppa

Al termine dell'allenamento di rifinitura del Foggia per il match contro la Ternana, ha parlato in conferenza il mister Giovanni Stroppa:

"Ternana? Partita difficile, lo è in tutte le sue forme. Incontriamo una squadra che arriva da due vittorie consecutive, ha il quarto o quinto attacco della B, in avanti ha giocatori che possono farti gol in maniera diversa come Montalto, è andata a vincere a Novara. Hanno mantenuto la capacità di andare a fare male, sono imprevedibili e possono cambiare gli interpreti in vari ruoli. Squadra sbarazzina, che non vede l'avversario e lavora bene in entrambe le fasi. Playoff? Pensiamo di partita in partita, serve continuità, serve vincere a Terni. Testa al Bari? Non c'è questo rischio. L'andata fu inverosimile per i primi 20 minuti, loro fecero gol nei primi 5 minuti, poi partita in salita, sprecammo l'impossibile, un pari che non meritavamo di fare. Siamo concentratissimi per la gara di domani sera, sarà una finale. Turnover? Qualcosa cambierò, Duhamel ha mal di schiena e non sarà convocabile, anche Gerbo out. Dobbiamo lavorare sull'entusiasmo, la paura però ti fa dare una tensione diversa nel fare le cose. Dobbiamo mantenere questa paura perché ci dà la possibilità di fare battaglia prima di fare la prestazione bella, partiamo da qui. Classifica? Ad inizio stagione speravo di ottenere la salvezza, in un campionato non in sofferenza, credo che la squadra ha sempre avuto prestazioni importanti. Abbiamo avuto equilibrio e costanza tranne in alcuni episodi. Playoff? Io gioco sempre per vincere, la mentalità deve essere quella. La mia squadra è sempre stata forte, a gennaio abbiamo svoltato ma la base è quella lì. Entusiasmo? Mi piace, sto rivivendo le emozioni della stagione scorsa. Beretta? Nicastro e Mazzeo lavorano benissimo ma lui è sempre stato tenuto in conto, domani sera c'è un discorso di recupero di energie. Kragl è furbissimo, ha una capacità di gestirsi nella partita importante, ha una capacità balistica notevole. Rubin sta facendo molto bene e meriterebbe come altri. Però se io non vedo un giocatore veramente stanco non cambio. Abbiamo bisogno veramente di tutti e la rosa è strepitosa, se chi sta giocando mi sta dando qualcosa di meno allora potrei pensare di cambiare, ma ragiono di partita in partita. Foggia-Ascoli? Mi è piaciuto il palleggio da dietro, arrivavamo in avanti con tanti uomini, ci sono tanti aspetti, abbiamo lavorato bene nelle transizioni difensive. Quota minima per i play off? Non lo so, aggiungiamo 10-12 punti, forse di più, dipende cosa fanno le squadre davanti".