Il punto - Serie D/H: Potenza inarrestabile, ma dietro non mollano. Nardò, acuto-salvezza, sempre più giù Manfredonia e San Severo

 di Vito Salvatore Di Noi  articolo letto 389 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Il punto - Serie D/H: Potenza inarrestabile, ma dietro non mollano. Nardò, acuto-salvezza, sempre più giù Manfredonia e San Severo

Il dodicesimo turno disputatosi nel Girone H di Serie D non cambia minimamente l'ormai consueta prassi: le prime cinque della classe, ormai, sanno soltanto vincere.

Seppur non in scioltezza, il Potenza espugna Apricena, al cospetto di un San Severo volenteroso, ma costretto ad arrendersi ai sigilli di Franca e Guaita: numeri da record per la capolista, mentre per i giallogranata resta una prestazione in ogni caso positiva, nonostante la classifica continui a "piangere". Alle spalle della compagine rossoblù vincono tutte: l’Audace Cerignola supera 0-2 la Frattese con una doppietta di Morra, al Team Altamura è sufficiente Santaniello per avere ragione del Pomigliano, mentre termina con un pirotecnico 2-3 a favore della Cavese la sfida del “Vicino” contro il Gravina, con i bluefoncè che si impongono con un guizzo di Martiniello. Stesso risultato dei metelliani anche per il Taranto, anche se gli ionici superano la Sporting Fulgor con qualche brivido di troppo dovuto alla quasi-rimonta operata dai ragazzi di Prosperi.

Sconfitta pesante per il Manfredonia, al cospetto di un Picerno impostosi con un roboante 4-1: ai sipontini non è sufficiente Romano per provare ad intavolare una rimonta. Torna a sorridere il Nardò che, tra le mura amiche, supera il Gragnano con un gol di Agodirin.

Vincono, infine, Francavilla ed Aversa. I sinnici superano 2-0 la Turris grazie alle reti di Marino e Volpicelli, mentre ai normanni è sufficiente Giordano per vincere contro la Sarnese e, di conseguenza, per ottenere i primi tre punti della stagione.