INTERVISTA - Monopoli, Rota: "Felice per il rinnovo, qui voglio raggiungere grandi traguardi"

10.10.2018 12:30 di Domenico Brandonisio  articolo letto 317 volte
INTERVISTA - Monopoli, Rota: "Felice per il rinnovo, qui voglio raggiungere grandi traguardi"

Tra i principali protagonisti di questo avvio di campionato del Monopoli c'è anche Aris Rota. Il giocatore greco classe 1995 esamina positivamente l'ultimo pareggio ottenuto al 'Veneziani' contro il Trapani di Italiano: "E' stata una partita difficile - dichiara ai nostri microfoni - abbiamo affrontato quella che è pur sempre la capolista. Nel primo tempo abbiamo giocato meglio di loro ed abbiamo avuto le occasioni per colpire. Nella ripresa, invece, i siciliani hanno messo in campo maggiore cattiveria. Un episodio, a conti fatti, sarebbe potuto risultare decisivo. Pissardo, poi, ha fatto diverse parate importanti. In alcuni frangenti abbiamo sofferto la pressione avversaria, ma abbiamo saputo opporre resistenza". 

Meglio nel terzetto della difesa o come esterno di centrocampo? Il giocatore riesce a ricoprire ottimamente entrambi i ruoli: "Per me non ci sono particolari preferenze, ho ricoperto e so ricoprire entrambi i ruoli. Ho massimo rispetto per le scelte del mister e non ci sono problemi. Certo, essere offensivi piace a tutti, ma l'importante a conti fatti è dare sempre tutto. Fabris? E' un ottimo calciatore, ho legato con lui anche fuori dal campo. Può dare tanto a questa squadra, anche se ora non è ancora al top della condizione". 

Il giocatore si sofferma inoltre su rinnovo e prossimi impegni di campionato: "Sono contento per questa operazione, la società è ottima e ci è sempre vicina. Nel mio futuro vorrei migliorarmi sempre di più, anche a livello di squadra. Non solo i playoff ma anche, perchè no, la Serie B prima o poi. Magari proprio coi biancoverdi. Ma procediamo per gradi, perchè in questo mese di ottobre ci attendono sfide importanti. Se non giocheremo contro la Viterbese bisognerà preparare al meglio la sfida contro la Paganese. Che di suo sarà molto delicata. C'è da lavorare tanto e siamo solo all'inizio. La panchina è ampia, tornerà utile".