INTERVISTA - Reggina, parla il ds Taibi: "Monopoli tosto, Scienza un combattente. Ricorso Viterbese? Il campo è stato chiaro"

25.01.2019 20:30 di Domenico Brandonisio   Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA - Reggina, parla il ds Taibi: "Monopoli tosto, Scienza un combattente. Ricorso Viterbese? Il campo è stato chiaro"

A due giorni dalla sfida del 'Veneziani' tra Monopoli e Reggina, il ds calabrese Massimo Taibi esprime le sue sensazioni ai microfoni di tuttocalciopuglia:  "Affrontiamo una squadra forte, temibile, con una società seria ed organizzata. Classifica alla mano può essere uno scontro interessante ed affascinante. Si lavora bene, i risultati lo dimostrano. Scienza? E' un tecnico capace, ma lo conosco sin da quando era giocatore. Siamo stati compagni di squadra ai tempi del Piacenza. Era un giocatore capace di grinta e corsa, un combattente. Delle sue caratteristiche il Monopoli ha ereditato la capacità di essere tosto e l'abilità nel saper far male". 

In casa amaranto c'è grande entusiasmo. Non solo per la classifica, ma anche per il cambio societario ed il mercato: "Ci auguriamo naturalmente che questo incontro possa ripetersi in zona playoff. Dopo la svolta societaria, inevitabilmente, le cose cono cambiate. A Reggio c'è entusiasmo, lo stadio si è riempito. E' un clima che giova a tutti, soprattutto a chi scende in campo. Il ricorso della Viterbese? Non ci tocca, perché non è mica la prima volta che si contesta un gol, nel calcio. Sarebbe un precedente assurdo. E comunque il campo ha detto che siamo stati superiori, resto tranquillo". 

Nessun dubbio sul giocatore più pericoloso del gabbiano: "Ci sono tanti ottimi giocatori tra i biancoverdi, ma se povessi scegliere toglierei Mangni. Potrebbe sembrare incostante, ma in realtà con la sua velocità sa essere imprevedibile e fa molto male". 

Tra gli ex di gara spicca Nicola Strambelli, spesso beccato dal pubblico monopolitano. Come sta vivendo la vigilia il fantasista barese? "Il ragazzo è maturo, la vive normalmente. Certo è una gara importante, ma lui è tranquillo e soprattutto un professionista".