Monopoli, Scienza: "Reggina rivoluzionata, ma noi siamo pronti. Dubbi in attacco"

26.01.2019 13:40 di Domenico Brandonisio  articolo letto 366 volte
Monopoli, Scienza: "Reggina rivoluzionata, ma noi siamo pronti. Dubbi in attacco"

La sfida di domani pomeriggio contro la Reggina ha il sapore del big match. Mister Scienza nutre grande rispetto per gli amaranto, ma resta determinato: "Troviamo - dice in conferenza stampa - un avversario cambiato rispetto a due mesi fa, sarà una gara tosta. Sul mercato ha fatto colpi importanti, gente come Baclet, Strambelli e De Falco ha qualità notevoli per la C. Tuttavia, noi siamo pronti. La rosa mi permette di ruotare gli elementi che ho a disposizione. Formazione? Senza dubbio qualcosa cambierà, dato che a Rende si è giocato su un campo molto pesante. Rota sta meglio, anche lui si candida ad una maglia da titolare. Scoppa? Potrebbe rientrare, ma il centrocampo sta lavorando bene. Sul piano della fatica ha recuperato abbastanza". 

Piccole riflessioni sulla mentalità della sua squadra in generale e dopo la trasferta di Rende: "La mia è una squadra votata all'attacco, ad offendere. A me piace ricercare il gioco ed il risultato in questo modo. Certo, bisogna allo stesso tempo anche rivedere qualcosa, perché prendere gol da ingenui è sempre un peccato. Abbiamo tuttavia disputato il migliore primo tempo della stagione, assieme a quello di Castellamare di Stabia. E non è da sottovalutare  neppure quello di Catania". 

In attacco scegliere sarà dura: "È in questo reparto che ho i dubbi più grossi, la prestazione di mercoledì in tal senso non aiuta. Il lavoro di Mendicino è stato encomiabile, così come quello di Salvemini. Mangni poi ha alzato l'asticella del suo potenziale nelle ultime uscite. Per non parlare dell'esperienza di Gerardi. E non è finita". 

Chiosa finale sul mercato: "Ho parlato con la società, si cercherà di cogliere al volo le occasioni che capiteranno negli ultimi giorni. Non ci tireremo indietro e le sfrutreremo. Di sicuro non prenderemo tanto per prendere. Ne dovrà valere la pena".