Ascoli, Vivarini: "A Lecce con rabbia e convinzione, possiamo fare bene"

01.02.2019 17:45 di Manuel Panza Twitter:   articolo letto 146 volte
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
Ascoli, Vivarini: "A Lecce con rabbia e convinzione, possiamo fare bene"

Vincenzo Vivarini, tecnico dell'Ascoli, ha parlato alla vigilia della sfida con il Lecce. Queste le sue dichiarazioni riportate dal sito ufficiale del club bianconero: "Meno male si torna in campo, la rabbia per la sconfitta col Perugia non l’abbiamo ancora smaltita, abbiamo subito un bel colpo, dispiace per i nostri tifosi, eccezionali e per i quali dobbiamo dare sempre il massimo. Dovremo trasformare la rabbia in una prestazione all’altezza per dimostrare quello che siamo. Il mercato? E’ stata una settimana particolare, telefoni sempre vicini, un po' di tourbillon. Il calcio è anche questo. Milinkovic? Sistemerà sicuramente alcuni problemi che abbiamo avuto, per fortuna abbiamo potuto rimediare all’infortunio di Fulignati. I disponibili? Lanni si è allenato bene, non ha problemi, speriamo sia della partita. In difesa D'Elia ha recuperato, a destra abbiamo provato Valentini con Cavion che potrebbe adattarsi in quel ruolo, abbiamo abbastanza garanzie. Troiano non sarà della partita, ha avuto un problema in settimana. Addae ha avuto il problema alla caviglia ma oggi si è allenato, penso che lo abbiamo recuperato, valutiamo domani. Frattesi, Cavion, Casarini sono a posto; Beretta, Rosseti e Ganz si giocano una maglia affianco a Ninkovic e Ciciretti. Su quest’ultimo va fatto un certo tipo di discorso, bisogna inserirlo nel più breve tempo possibile, ho visto progressi enormi in questa settimana sotto l’aspetto tattico, da parte nostra ci dobbiamo adattare alle sue qualità e dobbiamo conoscerlo il più possibile per servirlo nel modo migliore. Con Ninkovic si è integrato abbastanza, in settimana si sono cercati tanto negli allenamenti, Ciciretti ha più profondità di Nikola. E’ stato bello vederli lavorare, ma ora tutto questo va trasferito in partita, credo che siamo a buon punto, Ciciretti è un ragazzo molto ricettivo e si è adattato in fretta alla nostra tipologia di squadra. Il Lecce? Il Lecce è la squadra che mi ha impressionato di più nel girone di andata per organizzazione e individualità; ha perso poche partite, una contro noi, ma per il resto è stato propositivo, ha vinto le partite con merito, quindi è un avversario da rispettare e se giocheremo con la rabbia, la convinzione nei nostri mezzi e l’esuberanza potremo ottenere un bel risultato. C'è da fare una prestazione di alto livello".