Serie C, giorni caldi per riammissioni e ripescaggi: la situazione

26.06.2019 17:15 di Manuel Panza Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Serie C, giorni caldi per riammissioni e ripescaggi: la situazione

Saranno due settimane intense in Serie C: iscrizioni, riammissioni e ripescaggi stabiliranno l'elenco delle 60 squadre che parteciperanno al prossimo campionato. In attesa delle decisioni ufficiali della Covisoc, dovrebbero essere cinque le squadre non iscritte: certe le assenze di Albissola, Lucchese e Siracusa, mentre bisogna attendere un'altra settimana per avere l'ufficialità riguardante Arzachena e Foggia. I primi non hanno presentato una documentazione completa mentre i pugliesi non avrebbero risolto la questione legata ai pagamenti arretrati, per cui non dovrebbero avere l'ok nella seconda fase di valutazione delle domande di iscrizione. A questi, si aggiungerà un posto poiché una squadra di Serie C (probabilmente il Venezia) andrà a sostituire il Palermo, a un passo dalla mancata iscrizione in Serie B.

Come saranno colmati i posti liberi?
Le squadre che hanno rinunciato a priori all'iscrizione in Serie C saranno rimpiazzate tramite la riammissione di società retrocesse dallo stesso campionato. Dunque, considerando le mancate iscrizioni di Lucchese, Albissola e Siracusa, saranno sicuramente tre i posti liberi: due saranno colmati da Virtus Verona e Bisceglie, ormai certe di non aver perso la categoria, mentre per la terza posizione bisognerà vedere la situazione del Fano, che potrebbe comunque rifiutare di fare domanda e lasciare il posto alla Paganese che attende alla finestra.

Per quanto riguarda gli altri tre posti liberi,  invece, ci saranno i ripescaggi che prevedono il seguente ordine: una squadra B di club di Serie A, una squadra di Serie D e una retrocessa dalla Serie C. 
Nessuna società di Serie A dovrebbe avviare il progetto sulla squadra B, dunque la prima in graduatoria in questo caso sarebbe il Cerignola. Se non dovessero essere confermate le voci riguardanti un'eventuale problema allo stadio "Monterisi", gli ofantini potrebbero considerarsi già in C dopo la presentazione di regolare domanda di ripescaggio. Successivamente toccherebbe a una squadra di Serie C, l'unica che potrebbe interessarsi sarebbe la Paganese in caso di iscrizione in C del Fano, ma non è detto che i campani accettino di pagare il fondo perduto visto che ha un costo molto più elevato rispetto a una semplice riammissione. Dopo di che, toccherebbe al Modena, società interessata che ha tutti i requisiti per garantire il ripescaggio. L' eventuale ultimo posto disponibile, invece, potrebbe far sperare il Taranto: sembrerebbero esserci poche società di Serie D disponibili a pagare una cifra elevata per il salto in C o avere i requisiti a norma. Da capire le situazioni di Pro Sesto, Reggio Audace e Turris (che potrebbe avere problemi all'impianto) ma, se queste squadre non dovessero avere ciò che serve per il salto di categoria, il ripescaggio per i rossoblù potrebbe diventare realtà.