La 24a giornata di Serie D non sorride al Taranto, che crolla al "Tonino D'Angelo" di Altamura perdendo per 2-0. I padroni di casa conquistano punti importanti per la salvezza mentre i rossoblù restano al quinto posto a pari punti con il Casarano.

Gran primo tempo dell'Altamura, male il Taranto. Al 6' i padroni di casa trovano subito il vantaggio: Allegrini commette un fallo in area e l'arbitro assegna il penalty. Siclari non sbaglia e sigla l'1-0. Al 32', Guadalupi batte una punizione e trova la testa di Gambuzza che raddoppia. Al 42' il Taranto perde Allegrini per doppia ammonizione e si ritrova in dieci uomini per il resto della gara. Il primo tempo si chiude sul 2-0 in favore dell'Altamura.

Nella ripresa l’Altamura si difende con ordine e il Taranto cerca di riaprire la gara. Al 57’ Oggiano ci prova dalla distanza ma spedisce il pallone sopra la traversa. Al 77’ Genchi sfrutta un cross di Avantaggiato e di testa cerca di battere Guido, ma l’estremo difensore di casa è attento e respinge la conclusione. I rossoblù non riescono a riaprire il match, esulta l'Altamura che vince per 2-0.

TABELLINO TEAM ALTAMURA-TARANTO 2-0

RETI: 6' rig. Siclari (A), 32' Gambuzza (A).

TEAM ALTAMURA (3-5-2): Guido; Pollidori, Casiello (81' Sisalli), Gambuzza; Santangelo (82' Errico), Fontana, Guadalupi (70' Cela), Lucchese, Russo; Salatino (71' D'Agostino), Siclari (85' Dammacco). A disposizione: Cassalia, Romanelli, Dininno, Hysaj. All. Monticciolo.

TARANTO (4-4-2): Sposito; Pelliccia, Allegrini, Manzo L. (79' Marino), Ferrara; Guaita (55’ Matute), Manzo S. (83' Van Ransbeeck), Cuccurullo (55’ Avantaggiato), Oggiano; Genchi, Olcese (59’ Actis Goretta). A disposizione: Carriero, Perrini, Petrucci, Masi. All. Panarelli.

ARBITRO: Giuseppe Rispoli di Locri. ASSISTENTI: Antonio Aletta di Avellino - Antonio Caputo di Benevento.

AMMONITI: Cela (A); Manzo L., Manzo S., Matute (T).

ESPULSI: Allegrini (T) al 42’ per doppia ammonizione.

RECUPERO: 2’ pt - 6' st.

Sezione: SERIE D / Data: Dom 16 Febbraio 2020 alle 16:57
Autore: Manuel Panza / Twitter: @manuel_panza
Vedi letture
Print