Taranto-Bitonto non potrà mai essere una gara banale, per varie ragioni. Se da un lato gli ionici paiono fuori da ogni discorso promozione (ma comunque desiderosi di chiudere la stagione nel miglior modo possibile), dall'altro i neroverdi sperano di riprendere la propria marcia verso la Serie C, sperando in un eventuale passo falso del Foggia impegnato a Casarano, altra compagine a caccia di riscatto. Ma quella dello Iacovone sarà soprattutto la gara di Massimiliano Marisili. 

La destinazione Bitonto, per il centrocampista classe 1985, costituisce una novità ed allo stesso tempo una rottura con il passato. Ha lasciato Taranto dopo aver collezionato 105 presenze con la maglia rossoblù ed ora vuol dare una mano alla squadra di Taurino per centrare un traguardo storico. Non sarà lo stesso tornare sul campo dove per diverse stagioni è stato acclamato dalla tifoseria. Avversari si, nemici mai, dunque. Ma strappare i tre punti non sarà una passeggiata: un girone esatto fa, proprio al 'Città degli Ulivi' di Bitonto il Taranto conobbe il primo momento difficile della stagione: secco ko per tre a zero, con relativo esonero di Ragno, che qualche tempo dopo fu seguito dall'allontanamento del ds Sgrona. L'inizio della fine, volendo essere drastici, delle ambizioni di Serie C. 

Sezione: SERIE D / Data: Gio 20 Febbraio 2020 alle 19:30
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print