Taranto, con l'Agropoli tanti segnali positivi: si sbloccano Genchi e Favetta

11.11.2019 14:15 di Christian Cesario Twitter:    Vedi letture
Giuseppe Genchi
Giuseppe Genchi

La cura Panarelli, sulla panchina del Taranto, sembra funzionare: il 5-0 rifilato all'Agropoli giunge dopo altri due successi importanti ottenuti, rispettivamente, contro Gladiator e Gelbison. Tre su tre, quindi, per il tecnico rossoblù che ha portato positività intorno all'intero ambiente: il Taranto non riusciva a ritrovare tre vittorie consecutive dalla passata stagione, quando D'Agostino e compagni riuscirono a sconfiggere Team Altamura, Gelbison e Nardò e continuavano la corsa sul Picerno.

Tornano, sul tabellino dei marcatori, i nomi di Beppe Genchi e Ciro Favetta: i due centravanti ionici erano a digiuno dallo scorso 22 settembre quando, a Villa D'Agri, i rossoblù si imposero per 4-1 sul Grumentum grazie alle loro doppiette. Le loro realizzazioni non possono far altro che giovare all'intera squadra che, per recuperare il gap di 4 punti di distanza dalla capolista Bitonto, ha bisogno anche dei gol dei propri centravanti. Le reti di D'Agostino ed Oggiano, invece, testimoniano l'ottimo momento di forma dei due giocatori, impiegati col contagocce nella precedente gestione.

Da notare, inoltre, che il tecnico rossoblù ha cambiato anche lo schema di gioco: con l'Agropoli si è passato dal "classico" 4-2-3-1 al 3-4-2-1, con Oggiano e Pelliccia esterni di centrocampo e Ferrara spostato, in difesa, insieme a Gigi Manzo e Benvenga. Un ulteriore alternativa tattica a disposizione di mister Panarelli che potrebbe essere riproposta anche nelle prossime uscite stagionali.