Taranto, Miale nuovo capitano: "Serve il cuore. Siamo ingiustificabili"

 di Francesco Ippolito Twitter:   articolo letto 976 volte
Fonte: Da Taranto Giuseppe Andriani
Taranto, Miale nuovo capitano: "Serve il cuore. Siamo ingiustificabili"

Claudio Miale sarà il nuovo capitano del Taranto. È stato annunciato dal club rossoblù in una conferenza stampa infrasettimanale. Il calciatore ha parlato ai giornalisti presenti: "Dobbiamo fare quadrato. Tecnicamente per i risultati siamo indifendibili, questo ci siamo detti quando ci siamo guardati in faccia lunedì. A Pomigliano il secondo gol ci ha tagliato le gambe e ci hanno anche annullato un gol regolare. Magari avremmo perso lo stesso, sinceramente abbiamo fatto una figura indegna. La medicina di questa situazione è il sacrificio, il cuore, la cultura del lavoro".

Miale parla poi del prossimo turno contro il Picerno e della decisione del Giudice Sportivo di far giocare la partita a porte chiuse: "Non cambia nulla, non è un vantaggio. Non vogliamo crearci alibi. Non ho visto pressioni al campo, non ho visto persone criticarci o fischiarci. Giocare a porte chiuse non fa piacere, però in questo momento è giusto dare priorità a tante altre cose. Tutti sbagliamo, per subire meno gol bisogna che il compagno rimedi al tuo errore. Il Picerno fa questo girone da qualche anno, conosco l'allenatore e nella scorsa stagione con il Bisceglie solo contro di loro non abbiamo vinto. Meritano i punti che hanno e se la giocheranno. Aldilà dei modulo, dobbiamo metterci il cuore. Ce la stiamo mettendo tutta nel cercare di capire come uscire da questa situazione. Stiamo facendo gruppo e stiamo cercando di fare quadrato. Stiamo già provando ipotetici schemi e moduli in base all'avversario". 

E sul primo posto: "Non ho mai detto che ci pensiamo, adesso la cosa più importante è vincere col cuore. Sono onorato di essere capitano qui, Manuel Pera non ha alcun tipo di malumore. Si prende le sue responsabilità, è un calciatore che in tre anni ha fatto 90 gol. In questo momento siamo tutti responsabili del risultato sportivo". 

Infine il capitano conclude: "I presidenti hanno fiducia in noi. Abbiamo la fiducia di tutti. Questo per noi è importante, dobbiamo fare in modo di uscirne tutti insieme. È giusto che si parli anche di questo".