Il Canosa alza la voce: il club della BAT aveva mostrato interesse nel subentrare alla Sly qualora quest'ultima avesse rinunciato a partecipare al campionato di Eccellenza, scenario concretizzatosi nella giornata di ieri. L'ex realtà barese, tuttavia, non verrà rimpiazzata, con profondo rammarico del club canosino che, a tal proposito, afferma:

"Tanto tuonó che piovve. L'Eccellenza a 13 squadre! Ora, però, il Canosa calcio 1948 dice BASTA. Iniziamo con ordine: stagione 2015/2016 il Canosa calcio vince sul campo una finale playoff del Campionato di Promozione e, nonostante ciò, fu l'unica squadra nella storia calcistica pugliese a non approdare al Campionato di Eccellenza. Quell'anno al nostro posto fu ripescato il Galatina, che poi, lo scorso anno, a seguito di una sentenza che ha accertato un suo illecito sportivo proprio in quella stagione, ha condannato alla retrocessione. Arriviamo ai giorni nostri: appena trapelata la notizia della probabile mancata iscrizione della SLY al campionato di Eccellenza, abbiamo attivato tutti i canali a nostra disposizione per chiedere alla LND Puglia come fare, come muoverci nel caso in cui la Sly avesse effettivamente rinunciato. Ma, ogni volta, ci veniva risposto: "La Sly ad oggi non ha comunicato nessuna rinuncia pertanto fino a quel momento non possiamo discutere di niente". Allora, ci siamo attivati per capire quali fossero le reali intenzioni della Sly e abbiamo incontrato la dirigenza che ci ha spiegato che nel caso in cui non avessero trovato una cordata di imprenditori di Trani interessata al subentro nella società Sly, avrebbero proceduto alla formale rinuncia. Nel frattempo comunichiamo quanto appreso alla Lega, ma il leitmotiv era sempre lo stesso: senza formale rinuncia della Sly non possiamo parlare di niente! Perciò, abbiamo provveduto ad esternare punto per punto tutti i motivi che ci spingevano ad insistere così tanto in Lega, motivazioni utili a far capire in primis di esser disposti a fare il salto di categoria e il perché anche i media continuavano a spendere il nome del Canosa calcio anzichè di un'altra squadra. Arriviamo a venerdì 11 settembre giorno in cui la Sly invia formale pec con la quale dichiara ufficialmente di rinunciare al campionato di Eccellenza. Ci riattiviamo e chiediamo ufficialmente alla Lega di riaprire i termini per le domande di ripescaggio. Lunedì 14 settembre ci riferiscono che ormai era troppo tardi per i tempi della riapertura di domande di ripescaggio e che pertanto il loro intento era di procedere ad un girone di Eccellenza a 13 squadre".

Il comunicato si conclude così: "Piccola osservazione martedì 15 una squadra pugliese è stata riammessa ad un campionato professionistico... ovviamente tutto regolare in quanto torneo nazionale, per noi in Puglia, il giorno prima, era troppo tardi... Ai posteri l'ardua sentenza. In tutto ciò, tutti sapevamo e nessuno parlava, abbiamo preferito mantenere un profilo basso per non creare illusioni e aspettative, conoscendo l'inspiegabile astio che c'é nei palazzi che contano nei nostri confronti. Fino ad arrivare al CU 28 del cr Puglia che ha ufficializzato il girone A di Eccellenza a 13 squadre. Ricordiamo per l'ennesima volta che la nostra matricola va avanti ininterrottamente da 72 anni (solo per pochi! Forza CANOSA sempre!".

Sezione: ECCELLENZA&PROMOZIONE / Data: Ven 18 settembre 2020 alle 10:07
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print