Vito Tisci, presidente della LND Puglia, intervistato da Radio Diffusione Stereo ha fatto il punto della situazione attuale che, dopo il DPCM del 24 novembre, prevede lo stop dal campionato di Eccellenza in giù.

Partendo proprio dallo stop fino al 24 novembre, ecco le dichiarazioni del numero uno del Comitato Regionale: "Purtroppo dobbiamo fare i conti con il Covid-19, la sospensione ha un perché, questo virus cammina e si evolve. Mi auguro che possa calare in modo da riprendere dopo il 24 novembre, speriamo in futuro migliore altrimenti diventa difficile per tutti, non solo per il mondo dello sport".

Sul riuscire a terminare i tornei e scongiurare l'ipotesi di non avere un vincitore sul campo: "Ovviamente me lo auguro, ma dipende molto dal virus. Non possiamo prevederlo, è una cosa che ora non si può dire, poi si pensa che nel mondo dello sport ci possa essere aggregazione".

Sui sostegni verso le società: "Il Governo ha messo a disposizione cinquanta milioni per un intervento nei confronti delle ASD e delle SSD. I nostri dirigenti hanno investito parecchio per mettersi a norma, i costi sono aumentati e, dato che credevano in una ripartenza, hanno fatto grandi sacrifici per garantire e far rispettare il protocollo".

Sul calcio giovanile, uno dei settori più colpiti dai vari decreti: "Dobbiamo essere solidali e uniti, bisogna lavorare tutti insieme. Il comparto delle scuole calcio e del settore giovanile è stato duramente colpito, ogni giorno ricevo dei messaggi di aiuto, c'è gente veramente preoccupata".

Sezione: ECCELLENZA&PROMOZIONE / Data: Lun 26 ottobre 2020 alle 19:00 / Fonte: Cosimo Palumbo - MondoRossoBlù
Autore: Simone Cataldo / Twitter: @SimoneCataldo12
Vedi letture
Print