Annullare i campionati dilettantistici vuol dire annullare gli investimenti e i sacrifici delle società. Parola, in ordine, di Molfetta, Sly United e Atletico Racale, rispettivamente prime in Eccellenza, Promozione Girone A e B. Se per la Serie D la decisione verrà presa dalla Lega Nazionale Dilettanti a livello nazionale, per i campionati regionali solitamente ci pensa Comitato pugliese della LND ma in quest’occasione, la sensazione è che i Comitati delle varie regioni possano accodarsi a quella che diventerà nelle prossime settimane una linea nazionale per non creare polemiche.

C’è già un caso a livello mondiale sui campionati dilettantistici e riguarda l’Inghilterra, che qualche giorno fa ha deciso di annullare i tornei e bloccare i verdetti, dunque promozioni e retrocessioni. Il Basket, invece, sempre a livello regionale ha bloccato i campionati ma non si è ancora espressa sulle soluzioni legate alla classifica. Insomma, si entrerà in un labirinto decisionale abbastanza intricato. La voce delle società è chiara: può esser annullato un campionato a cinque sfide dal termine dopo aver investito centinaia di migliaia di euro? I sei punti di vantaggio del Molfetta, i quattro della Sly e i tre dell’Atletico Racale, seppur quest’ultima con una partita in più, sulle rispettive concorrenti sono il manifesto di campionati dominati e a un passo dalla vittoria. Ma ora tocca rimanere alla finestra per capire quali saranno le decisioni sul futuro

Sezione: ECCELLENZA&PROMOZIONE / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 16:45
Autore: Davide Abrescia
Vedi letture
Print