Intervistato dal Corriere dello Sport, mister De Luca parla della sua avventura in panchina con l'ambiziosa United Sly, prima in classifica nel girone A del campionato di promozione pugliese: "Quando ho accettato l’incarico dello Sly c’era un progetto a lungo termine che mi allettava, altrimenti non sarei mai sceso di categoria. «Inizialmente dovevo fare da supervisore a tutti gli allenatori per poi subentrare nella nuova stagione come mister. La Sly è una società seria guidata da Danilo Quarto, un grande presidente". 

Chiari gli obiettivi: "Puntiamo a vincere il campionato di Promozione avendo quattro punti di vantaggio sul Manfredonia e cinque giornate dalla fi ne. Una volta raggiunta l’Eccellenza, il presidente saprà valutare il tutto... Ma adesso la cosa più importante è la salute, avendo il nostro presidente ancora bloccato a Milano in piena zona rossa". 

Unica nota dolente il Coronavirus e la lontananza del presidente Quarto, ora a Milano: "Purtroppo la situazione è gravissima, la cosa più importante in questo momento è la salute. Bisognerà vedere come poter proseguire, sicuramente il presidente è una persona ambiziosa, e non mollerà di certo questo treno". 

Sezione: ECCELLENZA&PROMOZIONE / Data: Gio 26 marzo 2020 alle 16:00
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print